Home Curiosità Gianni Di Marzio, un inno al calcio e alla vita

Gianni Di Marzio, un inno al calcio e alla vita

   Tempo di lettura 3 minuti

Stamattina la notizia che non avremmo mai voluto leggere. E’ venuto a mancare a 82 anni una grande persona ed un impeccabile professionista, che ci ha sempre riempito il cuore col suo affetto e con le sue simpatiche lezioni a tutto campo

Tra gli anni ‘70 e ‘80 è stato il mister del Napoli (guidò i partenopei nel 1977 fino alla finale di Coppa Italia persa poi contro l’Inter) e del Genoa, ha portato in A sia il Catanzaro che il Catania e come dirigente ha sferrato il colpo Maradona (segnalato all’allora presidente del Napoli, Corrado Ferlaino, quando ancora il Pibe era giovanissimo) e sfiorato quello di CR7 alla Juve saltato per colpa di Salas. Il suo intuito per i talenti non è mai venuto meno. La sua vita è stata, proprio come lo era la sua casa, un “inno al calcio e di chi lo ama” come scrive Xavier Jacobelli. Grande conoscitore dello sport nazionale per eccellenza, ha vinto due volte il Seminatore d’oro (l’attuale Panchina d’oro) come miglior allenatore. In molti hanno voluto fare questa carriera ispirandosi a lui, proprio come ha ammesso, dopo aver appreso la triste notizia, Claudio Ranieri.

Molto belle le parole del figlio Gianluca sul suo profilo: “E adesso potrai finalmente allenarlo il tuo caro amato Diego. Sei stato un grande papà, mi hai insegnato tutto e non sarò l’unico a non dimenticarti mai”. I messaggi di cordoglio infatti sono arrivati anche da chi lo ha vissuto poco, ma nonostante questo ha rilevato la grandezza. Luciano Marangon, per esempio, ha scritto: “E’ morto Gianni Di Marzio, mamma mia che brutta notizia, il mio amico mister. Un anno che litigai per il contratto con il Verona mi ospitò nella preparazione estiva, furono solo 15 giorni di ritiro con lui e la sua squadra. Mi allenò così bene che quando ritornai a Verona vinsi lo scudetto. Rip mister, ti porterò nel mio cuore fino al mio ultimo respiro”.

Lo avevamo più volte intervistato. Potete leggere i suoi interventi in ordine cronologico:

CLICCA QUI (Intervento in radio)

CLICCA QUI 2

CLICCA QUI 3

Grazie anche per i tuoi complimenti che porteremo nel cuore. Per leggerli:

CLICCA ANCORA QUI

Grazie inoltre per la stima e la gentilezza con cui la manifestavi. Il vero fuoriclasse sei tu e lo dimostrerai mettendo in campo lassù una formazione di altrettanti fuoriclasse, ad iniziare da un certo numero 10 argentino. Un bacio affettuoso da parte di tutti noi a te e ai tuoi familiari.

Fonti foto: lasicilia e il mattino

Erika Eramo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.