Home Interviste in Esclusiva Francesco Forte si racconta, tra il suo ottimo campionato ed il...

Francesco Forte si racconta, tra il suo ottimo campionato ed il Gent

   Tempo di lettura 4 minuti

L’attaccante della Juve Stabia ai microfoni di passionedelcalcio.it: i suoi gol pesanti, le differenze tra il campionato cadetto e quello belga, inoltre ci fornisce una panoramica dei prossimi avversari della Roma in Europa League

Francesco Forte da Roma, ventisei anni per lui, in questo momento è l’attaccante più in forma della nostra serie B.

Arrivato alla Juve Stabia quest’estate (in prestito dal Waasland-Beveren, squadra che milita nella massima divisione belga), ha confermato tutto il bene che si diceva di lui e dopo un avvio di stagione, nel quale faticava a trovare la rete, ha incominciato a segnare con una continuità davvero invidiabile.

E’ tornato in Italia con la convinzione di far bene, data dal duro lavoro svolto con grande costanza.

– Ero consapevole di poter dare il mio contributo alla squadra, ho lavorato tanto in questi anni e finalmente, da 3-4 stagioni riesco ad esprimermi ai miei livelli -.

Francesco, dopo l’esperienza in Jupiler Pro League ritrova la serie B italiana, che aveva assaggiato nella stagione 2017-18 con lo Spezia (6 gol ed 1 assist) e con il Perugia nell’anno precedente ed ha riscoperto un campionato in crescita.

-Il campionato belga è di altissimo livello, ci sono giocatori di grande talento e con grandi potenzialità a livello fisico. La nostra serie B sta crescendo sempre di più, è un campionato estremamente equilibrato ed è composto da squadre che hanno una grande qualità -.

Mi capita molto spesso di seguire il campionato belga, anche io sono dell’avviso che è ricco di talenti ed una delle cose che ho notato sono gli stadi, che per la maggior parte piccoli gioielli.

– Da questo punto di vista in Belgio sono più avanti rispetto a noi, in Italia ci sono degli stadi, sicuramente storici, ma che avrebbero bisogno di essere rimodernati -.

E’ inevitabile a questo punto parlare del Gent, che domani sarà avversario della Roma in Europa League.

– Il Gent dello scorso anno è una squadra totalmente differente rispetto a quella che vediamo in questa stagione!

L’annata passata era una squadra formata da molti più giocatori giovani, quest’anno hanno provato ad integrare la rosa con dei calciatori più esperti, in modo da poter essere competitivi anche in Europa.

Il rischio al quale può andare in contro la Roma in questa partita è quello di esporsi troppo alle ripartenze.

I belgi hanno dei giocatori molto veloci che potrebbero mettere in difficoltà la squadra di Fonseca -.

Uno di questi giocatori può essere senza dubbio Jonathan David, l’attaccante nato a Brooklyn che ha compiuto 20 anni il 14 gennaio scorso, ha già messo a segno 21 gol in 35 partite (coppe comprese).

– Ci ho giocato contro durante la passata stagione, oltre ad avere fiuto del gol è un giocatore estremamente veloce e tecnico, inoltre riesce ad abbinare molto efficacemente entrambe le qualità -.

E’ già stato accostato ad alcune squadre italiane, pensi che sia già pronto per giocare nel nostro campionato?

-Con le sue caratteristiche potrebbe fare molto bene nel nostro campionato, anche se, come capita spesso per i giocatori giovani potrebbe aver bisogno di un periodo di ambientamento -.

Concludo l’intervista tentando di farlo sbilanciare in riguardo agli obiettivi della sua Juve Stabia, che era partita per salvarsi ed ora si trova vicina alla zona play-off, ma Francesco non cade nel “tranello”.

-Il nostro obbiettivo è quello di prepararci al meglio per la partita di sabato (in casa del Cittadella n.d.r.), pensare settimana dopo settimana, cercando di migliorare e di correggere gli sbagli che commettiamo.

Non è ancora il momento di guardare la classifica, lo faremo il 14 maggio!-.

Fonte foto: stabianews.it

Firma: Alessandro Nardi

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.