Home News Finalmente ride Messi! Di Maria stende il Brasile, l’Argentina alza la Copa...

Finalmente ride Messi! Di Maria stende il Brasile, l’Argentina alza la Copa America

0
Fonte fantacalcio.it

Dopo 28 anni la nazionale albiceleste torna a sollevare un trofeo nello scenario più suggestivo, il Maracanã, dove già si pregustava, invece, il trionfo carioca. Lacrime amare per Neymar e compagni

La quinta è quella giusta. La finale numero cinque per Lionel Messi diventa finalmente da ricordare, battendo in casa il Brasile. In un Maracanã dove erano presenti circa 8000 spettatori la sfida tra Messi e Neymar va all’argentino, una gara povera di emozioni ma ricca di carica agonistica e, forse, paura di perdere. Ultimo trionfo argentino datato 1993 proprio in Copa America grazie alla doppietta di Batistuta contro il Messico in Ecuador. L’Argentina aggancia in testa all’albo d’oro della competizione l’Uruguay a quota 15 successi, staccato il Brasile con 9 affermazioni. Grande delusione per i verdeoro che in casa raramente hanno concesso vittorie agli avversari, stasera, invece, hanno dovuto abdicare.

La partita. Gara che si presenta da subito bloccata, squadre molto attente a non offrire il fianco all’altra, vince l’agonismo, i falli fioccano e dopo due minuti c’è già il primo giallo per Fred. La sensazione è che chi riuscirà a sbloccare il match possa portare a casa l’intera posta. La fiammata che fa pendere la bilancia verso Messi e compagni arriva al 21’ della prima frazione. de Paul, uno dei migliori in campo, traccia un fendente verso Di Maria. L’intervento goffo di Renan Lodi accomoda il pallone in area per l’esterno del PSG che davanti ad Ederson non sbaglia con un delicatissimo pallonetto. Argentina che sblocca il punteggio e mette dalla sua parte le sorti della gara. Il Brasile non riesce a reagire, la difesa del ct dell’Argentina Scaloni rimbalza le sortite avversarie con le buone ma anche, e forse soprattutto, con le cattive.

Di Maria esulta dopo il gol decisivo – Fonte puglia24news.it

Nella ripresa Tite prova a smuovere i suoi con qualche cambio ma l’intera compagine carioca sembra non essere nella sua migliore serata. Tra i più deludenti Paquetà, che aveva trascinato sin qui i suoi. Solo Neymar ha le idee chiare regalando qualche giocata delle sue ma nel deserto generale rimangono fini a sé stesse. Qualcosa in più i padroni di casa creano ma è bravo Emiliano Martinez, guardiano dei pali argentini, a sventare un paio di conclusioni avversarie. Buono anche l’ingresso di Gabriel Barbosa, meteora interista, ma non basta. A una manciata di istanti dalla fine ancora de Paul con un assist spaziale mette Messi solo davanti all’estremo avversario ma incredibilmente il numero dieci si fa ipnotizzare sul più bello. Poco male perché di lì a poco l’arbitro con il triplice fischio consegna alla pulce argentina il primo trofeo con la sua nazionale.

Dopo le lacrime l’abbraccio significativo tra i due numeri 10 – Fonte notizieaudaci.it

Miglior giocatore della finale Di Maria, MVP della competizione proprio Leo Messi che termina il torneo con 4 reti e 5 assist. Pianto disperato per Neymar che nello stadio simbolo del suo Paese avrebbe voluto un epilogo diverso. Stasera però tocca al “diez” albiceleste sorridere, è proprio lui a sollevare al cielo brasiliano la quindicesima Copa America argentina, una rivincita importante anche per Scaloni, a cui era stata affidata la panchina della nazionale nello scetticismo generale. Rio de Janeiro china la testa, la festa questa sera è tutta argentina.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.