Home Curiosità Damiano Tommasi è il nuovo sindaco di Verona

Damiano Tommasi è il nuovo sindaco di Verona

0

L’ex calciatore al ballottaggio batte il sindaco uscente Sboarina. Le sue prime dichiarazioni: “Progetto vincente, pronto a scelte difficili”

Damiano Tommasi alla guida di una lista civica sostenuta dal PD, con il 53,4% dei voti ha battuto il sindaco uscente Federico Sboarina, fermo al 46,6%. Un evento clamoroso se si considera che la città scaligera, negli ultimi anni, era sempre stata una roccaforte che pareva inattaccabile e inviolabile nelle mani delle forze politiche delle destre e della Lega. Fair play, eleganza, rispetto dell’avversario, ricerca della giustizia e della vittoria senza ricorrere a trucchi o ad artifici. “Non era semplice, ma ci siamo messi in gioco per un progetto che Verona aspettava da tempo. Siamo pronti a scelte difficili, ma stasera festeggeremo e ringrazierò tutti quelli che si sono spesi. Ero già soddisfatto perché siamo riusciti a parlare di proposte concrete senza denigrare l’avversario. Stasera Verona ha fatto vedere che è tanto altro rispetto a quello che si racconta di lei”.

Damiano è nato a Negrar, in provincia di Verona, e si è laureato in Giurisprudenza.

Da centrocampista ha militato dal ’93 al ’96 nel Verona in B e poi 10 anni, fino al 2006, nella Roma, nel 2001 vince lo scudetto mentre salta per un brutto infortunio tutta la stagione 2004/05 e si riduce lo stipendio a 1.500 euro al mese. Poi è andato all’estero a chiudere la carriera, in Spagna nel Levante, in Inghilterra nel QPR, in Cina e a San Marino. Lo sport è una passione che va oltre il momento agonistico il suo pensiero. Tommasi si è sempre contraddistinto per la sua lealtà, sportività, è stato in campo un esempio di correttezza. Anima candida era il suo soprannome.

La fede cattolica è un pilastro della sua vita. Nel 2001 ha ricevuto il premio nazionale “Altropallone” per il suo impegno sociale.

E’ stato per quasi 10 anni presidente dell’Associazione Italiana Calciatori.

E’ sposato con Chiara, i due si sono conosciuti tra i banchi di scuola e hanno messo al mondo sei figli.

“Tengo presente gli insegnamenti di don Milani, il merito della nostra famiglia numerosa va a mia moglie che sostiene egregiamente le maternità e ha una grande passione educativa. Nonostante i numeri siamo una famiglia normale: riusciamo a cenare al completo solo un paio di volte a settimana, ma i tanti compleanni sono una buona occasione per stare insieme”.

In bocca al lupo Damiano!

Fonti foto: Corriere.it; IlRiformista.it

Stefano Rizzo

Articolo precedenteSerie A, attivato il conto alla rovescia. Due campionati in uno
Prossimo articoloL’Arsenal va all’attacco, ecco Gabriel Jesus
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.