Home Editoriali A Napoli è partito il conto alla rovescia

A Napoli è partito il conto alla rovescia

   Tempo di lettura 3 minuti

Il primo scudetto per il club partenopeo arrivò il 10 maggio del 1987, il secondo il 29 aprile del 1990, per il terzo si accettano scommesse solo sulla data

Questo Napoli è troppo forte per tutti, almeno in Italia. Le avversarie, solo sulla carta, si sono autoeliminate progressivamente.

E’ dal 2001 che non vince lo scudetto una squadra al di fuori del classico trio del nord (Juve, Inter, Milan), all’epoca ci riuscì la Roma e ora in questa annata dopo vari secondi posti il Napoli sta ottenendo tutto insieme.

Un cammino irresistibile per gli azzurri con le altre che invece zoppicano a più riprese. La Juve sarebbe seconda senza penalizzazione, in classifica sta a 35 punti con 15 di penalità, le milanesi addirittura a -18 dai partenopei a quota 65, un abisso.

Inter e Milan non sono perciò state all’altezza della situazione, hanno smarrito diversi punti per strada deludendo le aspettative. Il tecnico dei narazzurri Simone Inzaghi per ora è più adatto per competizioni brevi in Italia mentre fatica a gestire nel miglior modo un gruppo in un torneo ad ampio raggio come il campionato, in più Lukaku non ha praticamente inciso, i campioni d’Italia invece non sono riusciti a confermarsi pagando anche per i troppi infortuni e per alcune scelte di mercato.

Il compito del Napoli ora è cercare di vincere il più possibile, non tanto per i possibili record ma per rafforzare questa mentalità vincente e provare a competere fino all’ultimo in Champions. In Europa ha brillato nel girone ed ha già battuto in trasferta l’Eintracht Francoforte per due reti a zero negli ottavi.

Vincere aiuta a vincere e non è mai scontato trionfare. Infatti se si scende in campo sazi e pensando di aver già in tasca la vittoria la figuraccia è dietro l’angolo, come la storia insegna. Pertanto il Napoli deve mantenere alta la concentrazione per chiudere matematicamente il discorso scudetto quanto prima per poi magari sognare anche in Europa.

In barba alla scaramanzia ormai a Napoli alcuni alberghi e B&B sono già pienissimi in alcune date. Intanto nel pieno dei Quartieri Spagnoli, sulle scale di Vico Colonne a Cariati, a 50 metri da piazzetta Maradona, sono spuntati i cartonati ad altezza naturale dei giocatori della squadra titolare di questa stagione, schierati come fossero in campo, con tanto di Spalletti a dare indicazioni e De Laurentiis ad ammirare lo spettacolo. Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e il Presidente del club Aurelio De Laurentiis sono già al lavoro per la festa scudetto del Napoli, il luogo scelto sembrerebbe Piazza del Plebiscito.

Fonti foto: AdnKronos.com; Corriere.it

Stefano Rizzo

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.