Home Editoriali Termina anzitempo il cammino in Champions del Barça, analizziamo però anche i...

Termina anzitempo il cammino in Champions del Barça, analizziamo però anche i cicli delle altre squadre

0

I blaugrana sono retrocessi in Europa League e dovranno affrontare lo spareggio contro una seconda classificata dei gironi dell’Europa League

18 anni fa (circa), nel 2004, il Barcellona non era presente negli ottavi di Champions League in quanto partecipava all’allora Coppa Uefa venendo eliminato agli ottavi. In questi quasi 20 anni il Barça ha vinto 4 Champions e 10 campionati oltre ad altri successi. La fallimentare gestione societeria precedente, acquisti di giocatori molto costosi che hanno reso pochissimo, allenatori flop e partenze eccellenti, su tutti Iniesta, Xavi (ora presente come tecnico), Suarez e soprattutto Messi sanciscono la fine di una era gloriosa a tinte blaugrana. La netta sconfitta contro il Bayern e la vittoria del Benfica sulla Dinamo Kiev spediscono il Barça in Europa Legue. 2 gol siglati in 6 partite, un dato imbarazzante. Con questi numeri il Barcellona neanche è favorito in Europa League nonostante il blasone. La squadra comunque è composta da giovani molto interessanti quali Dest, Araujo, Mingueza, Eric Garcia, Balde, in difesa, Riqui Puig, Pedri, F. de Jong, Nico G., Gavi, a centrocampo e Ansu Fati, Ez Abde in attacco. Calciatori che se manterranno le promesse potranno far tornare grande il Barça il quale ha bisogno comunque di rinforzi nell’immediato.

Andiamo ad analizzare anche i recenti cicli delle altre squadre, partendo dall’Italia con la Juve, vera e propria dominatrice per 9 anni di fila, ora non è più competitiva per lo scudetto, senza però mai trionfare in Europa durante questo lungo periodo, l’ultimo successo in Champions risale al 1996. L’Inter dopo l’annata del triplete è evaporata in Champions e quest’anno dopo 10 anni ha raggiunto gli ottavi. L’ultimo Milan vincente in Europa è datato 2007 con Ancelotti in panchina e in questa stagione è tornato in Champions dopo 7 anni. Per il resto il Napoli e la Roma sono state le antagoniste principali della Juve in questi ultimi anni, i giallorossi lo sono stati anche dell’Inter precedentemente ma solo la Roma nel 2001 ha colto lo scudetto. La Lazio ad alti livelli è durata un paio di anni, nel ’99 ha conquistato la Coppa delle Coppe e nel 2000 il tricolore. L’Atalanta del tecnico Gasperini è ancora in cerca di un trofeo. Il Parma e la Fiorentina facevano parte delle 7 sorelle, i gialloblù in 6 anni, dal ’93 al ’99, hanno vinto una Coppa delle Coppe e due Coppe Uefa senza mai cucirsi sul petto però lo scudetto, mentre i viola dopo il titolo d’inverno del 1998/99 non sono stati più competitivi nella lotta tricolore.

In Spagna il Real Madrid dal 2005 per 6 anni consecutivi non ha mai superato gli ottavi di Champions, l’Atletico Madrid e il Siviglia hanno trionfato in Europa League ma mai nella Champions League.

In Inghilterra il Manchester City come il PSG non sta nell’albo d’oro della coppa dalle grandi orecchie, il Liverpool non vinceva a Premier League addirittura dal 1990, mentre il Chelsea è scivolato in Europa League come il Barça per poi vincerla nel 2013, ha conquistato questo torneo anche nel 2019. Lo United ha partecipato ultimamente diverse volte all’Europa League, vinta poi nel 2017.

Fa eccezione il Bayern, che quest’anno può superare la Juve con 10 successi in campionato di fila, spesso competitvo in Champions. I bavaresi però non disperdono troppe energie in Bundesliga, un torneo composto da squadre, escluso il Bayern, che non vincono in Europa da svariati anni.

Fonte foto: Cyprus-mail.com

Stefano Rizzo

Articolo precedenteLipsia, Domenico Tedesco è il nuovo allenatore
Prossimo articoloTutto Molto Bello | Luca Gotti, in punta di piedi
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.