Home Curiosità Special Eleven Cup: le pagelle della Lazio

Special Eleven Cup: le pagelle della Lazio

   Tempo di lettura 3 minuti

Fugazzaro migliore in campo, Albergo leader difensivo, Mereu tuttofare, Palombo quantità e qualità

1 Alessandro Micocci (Portiere): 6. Non deve faticare troppo, visto che la Roma non lo impensierisce quasi mai, ma mostra attenzione e sicurezza.

2 Gianluca Albergo (Difensore): 7. Partenza un po’ esuberante con qualche finezza di troppo e qualche errore in fase di impostazione. Cresce alla distanza disimpegnandosi egregiamente in fase di chiusura e comandando la difesa da vero leader.

3 Andrea Fugazzaro  (Terzino) CAPITANO: 8. Come già detto è stato il migliore in campo della Lazio. Corsa, qualità, capacità d’inserimento e tiro dalla distanza, il tutto condito da una splendida doppietta. Un giocatore davvero completo.

4 Niccolò Rapanotti (Terzino): 6. Parte titolare, ma chiede il cambio dopo poco perchè insicuro di sè. Un vero peccato, visto che non stava affatto demeritando. Rientra nel finale e conferma la stessa impressione della prima frazione.

5 Alessandro Salvatori (Difensore): 6.5. Nonostante sia Albergo a comandare il reparto, lui di certo non sfigura. Sempre pulito negli interventi e quasi mai in affanno contro gli attaccanti romanisti.

6 Ivano Baldazzi (Centrocampista): 7. Parte a centrocampo (suo ruolo naturale), ma viene poi spostato per necessità come terzino sinistro con ottimi risultati. Un fattore non da poco a questi livelli, che gli sarà sicuramente utile per il futuro.

7 Lorenzo Campi (Centrocampista): 7. Sin dalle prime battute dà sfoggio di ottima tecnica e sia sulla fascia, sia a centrocampo è sempre efficace. Nel secondo tempo gioca in avanti senza sfigurare.

8 Stefano Mereu (Ala): 7,5. Un vero e proprio tuttofare. Corre, crossa, tira, viene a prendere palla dietro e addirittura batte delle lunghe rimesse. Mostra anche una notevole duttilità, visto che spesso e volentieri ha giocato in mezzo al campo. Gli è mancato solo il gol.

9 Simone Aronica (Attaccante): 6. La forma fisica non è delle migliori visto il periodo di stop, ma almeno nella fase iniziale si propone con degli ottimi spunti, a cui però non hanno fatto seguito tiri in porta.

10 Gabriele Converso (Attaccante): 6. Gioca come quarto di centrocampo e spesso e volentieri rimane un po’ escluso dal gioco.  Anche a lui manca la giocata decisiva, ma è comunque apprezzabile il lavoro di sacrificio sulla fascia.

11 Francesco Marotta (Attaccante): 6,5. Sicuramente il più mobile del reparto avanzato. Trova il gol, ma nel finale ne sbaglia altri due.

13 Edoardo Modanesi (Centrocampista): 6: Entra a giochi quasi chiusi e svolge il suo compito in maniera intelligente.

14 Davide Palombo (Centrocampista): 7,5. Un gol e un assist la dicono lunga sulla sua prestazione. Un centrocampista che abbina qualità e fisicità. Davvero notevole.

15 Mattia Solieri (Centrocampista): 6. Il più piccolo della truppa non demerita affatto. Lotta e dispensa buoni palloni al cospetto dei più grandi.

Carlo Solieri (allenatore): 8. Ha il merito di disporre bene la sua squadra in campo e le sue intuizioni (Baldazzi terzino e Campi in attacco) si sono rivelate davvero azzeccate. Mostra anche simpatia e spirito di partecipazione.

Antonio Pilato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.