Home Editoriali Guida ad Euro 2020 (21)

Guida ad Euro 2020 (21)

0

Focus sui vari gironi di questa competizione che prenderà il via a Roma nello stadio Olimpico il giorno 11 giugno

Girone A:

L’Italia del ct Roberto Mancini sta avendo una striscia di risultati positivi importanti che le consente di inserirsi nel novero di squadre più accreditate per arrivare in fondo. Il bel gioco e la voglia di imporsi nel possesso palla saranno le linee guida principali per gli azzurri. In porta il giovane Donnarumma è una garanzia, al centro della difesa tanta esperienza con capitan Chiellini, Bonucci e Acerbi, sulle fasce Florenzi e Spinazzola dovrebbero partire titolari. A centrocampo Barella e Jorginho sembrano inamovibili, poi bisognerà valutare le condizioni fisiche di Verratti. Infine in attacco gli amici Immobile e Belotti si contendono il ruolo di prima punta e saranno supportati da Insigne e Berardi o Chiesa.

Turchia agli ordini del ct Gunes, il quale vanta un terzo posto nel Mondiale del 2002 con i turchi, militano Ayhan (Sassuolo), Demiral (Juventus) e Müldür (Sassuolo) in difesa, Calhanoglu (Milan) al centrocampo e in attacco Yilmaz, fresco vincitore della Ligue1 con il Lilla, e l’ex romanista Under (Leicester). Un gruppo che può dire la sua.

La Svizzera è sempre una squadra equilbrata. Il ct è Petkovic, ex mister della Lazio, tra i pali c’è l’onnipresente Sommer (Borussia Mönchengladbach), in difesa Rodriguez (Torino), mentre a centrocampo figurano Freuler (Atalanta) e Xhaka (Arsenal), infine in attacco l’ex viola Seferovic (Benfica) e Shaqiri (Liverpool).

La cenerentola del gruppo dovrebbe essere il Galles del centrocampista juventino Ramsey e dell’ala un po’ affaticata Bale (Tottenham).

Nazionali / ct e giocatori più rappresentativi

Girone B:

Belgio: portiere Courtois (Real Madrid), a centrocampo Carrasco (Atletico Madrid), De Bruyne (Manchester City), in attacco E. Hazard (Real Madrid), R. Lukaku (Inter), Mertens (Napoli). E’ una Nazionale pregna di talento che proverà ad alzare per la prima volta un trofeo.

Danimarca: in porta Schmeichel (Leicester), in difesa Kjaer (Milan), Maehle (Atalanta), Stryger Larsen (Udinese), a centrocmapo Damsgaard (Sampdoria), Eriksen (Inter), Skov Olsen (Bologna) e in attacco Cornelius (Parma). Una Nazionale imbottita di calciatori che militano in serie A, tra questi spicca Eriksen.

Russia: centrocampista Miranchuk (Atalanta). Una compagine con poche frecce a disposizione.

La Finlandia cercherà di ripetere le imprese dell’Islanda a Euro 2016.

Gruppo C:

Olanda: ct Franck de Boer ex mister Inter, in difesa de Ligt (Juventus), de Vrij (Inter), centrocampo F. de Jong (Barcellona), de Roon (Atalanta), Wijnaldum (Liverpool); L. de Jong (Siviglia) e Depay (Lione) in attacco. Diverse ottime individualità ma nel collettivo forse manca qualcosa.

Ucraina: ct Shevchenko, centrocampisti Malinovskyi (Atalanta) e Zinchenko (Manchester City). La selezione guidata dall’ex attaccante del Milan può passare il turno.

Austria: il difensore Alaba (Bayern Monaco) da poco passato al Real Madrid. Gli austriaci possono essere una mina vagante.

Macedonia del Nord: centrocampisti Elmas (Napoli) e Nikolov (Lecce); Pandev (Genoa) in attacco. Al debutto assoluto questa Nazionale non vorrà sfigurare.

Gruppo D:

Inghilterra: ct Southgate; difesa Chilwell (Chelsea), James (Chelsea), Maguire (Manchester United), Shaw (Manchester United), Stones (Manchester City), Trippier (Atletico Madrid), Walker (Manchester City); centrocampo Henderson (Liverpool), Mount (Chelsea); attacco Foden (Manchester City), Kane (Tottenham), Rashford (Manchester United), Sancho (Borussia Dortmund), Sterling (Manchester City). Diversi giocatori erano in campo nella finalissima Champions vinta dal Chelsea sul City, basta questo per far capire il poenziale enorme di questa selezione. L’Inghilterra può sognare di vincere per la prima volta un Europeo.

Croazia: ct Dalic, centrocampo Badelj (Genoa), Brozovic (Inter), Kovavic (Chelsea), Modric (Real Madrid), Pasalic (Atalanta), in attacco Perisic (Inter), Rebic (Milan). I croati reduci dal secondo posto nel Mondiale 2018 proveranno a fare ancora meglio.

Repubblica Ceca: centrocampo Barak (Verona) e Jankto (Sampdoria). Il 4-0 subìto nell’ultima amichevole contro l’Italia non fa presagire nulla di buono. Come sappiamo però nel calcio nulla è scontato.

La Scozia terrà molto al derby contro l’Inghilterra con l’obiettivo di fare uno sgambetto ai rivali e raccogliere punti utili per la qualificazione.

Gruppo E:

Spagna: ct Luis Enrique, portiere de Gea (Man Utd); difesa Alba (Barcellona), Azpilicueta (Chelsea), Gayà (Valencia), M. Llorente (Atletico Madrid), Pau Torres (Villarreal); centrocampo Thiago Alcantara (Liverpool), Koke (Atletico Madrid), Pedri (Barcellona), Ruiz (Napoli); attacco Morata (Juventus), Moreno (Villarreal), Sarabia (Psg). Le assenze per infortuni vari di due colonne come Pique e Sergio Ramos e per covid di Busquets tolgono tanta esperienza al gruppo ma comunque le risorse per fare bene ci sono.

Polonia: Nazionale agli ordini di Paulo Sousa ex tecnico viola, portieri Skorupski (Bologna) e Szczesny (Juventus), difesa Bereszynski (Sampdoria), Dawidowicz (Verona), Glik (Benevento), centrocampo Linetty (Torino) e Zielinski (Napoli), attacco Lewandowski (Bayern), e Milik (Marsiglia). Una buona selezione che conta sui gol della scarpa d’oro 2021 Lewandowski.

Svezia: difesnore Lindelöf (Manchester United), centrocampo Ekdal (Sampdoria), Kulusevski (Juventus), Svanberg (Bologna). Squadra rognosa da affrontare, ne sa qualcosa l’Italia…manca per infortunio Ibrahimovic.

Slovacchia: difensore Skriniar (Inter), centrocampo Haraslin (Sassuolo), Kucka (Parma), Lobotka (Napoli). Stesso discorso fatto per la Repubblica Ceca: nel calcio nulla è scontato.

Gruppo F:

Francia: ct Deschamps; difesa L. Hernandez (Bayern Monaco), Kimpembe (Psg), Lenglet (Barcellona), Pavard (Bayern Monaco), Varane (Real Madrid); centrocampo Kanté (Chelsea), Pogba (Manchester United), Rabiot (Juventus); attacco Benzema (Real Madrid), Coman (Bayern Monaco), Giroud (Chelsea), Griezmann (Barcellona), Mbappé (Psg). Campioni del mondo in carica e vice campioni d’Europa, che altro aggiungere…partono come favoriti.

Portogallo: ct Fernando Santos, difesa Dias (Manchester City), centrocampo Bruno Fernandes (Manchester United), Oliveira (Porto), Sanches (Lille), attacco Joao Felix (Atlético Madrid), Cristiano Ronaldo (Juventus), André Silva (Eintracht Francoforte), Bernardo Silva (Manchester City). Hanno il compito di difendere il titolo, ma non sarà semplice.

Germania: ct Low; portiere Neuer (Bayern Monaco), difesa Gosens (Atalanta), Hummels (Borussia Dortmund), Rüdiger (Chelsea), Süle (Bayern Monaco); centrocampo Emre Can (Borussia Dortmund), Goretzka (Bayern Monaco), Gündogan (Manchester City), Havertz (Chelsea), Kimmich (Bayern Monaco), Kroos (Real Madrid); attacco Gnabry (Bayern Monaco), Müller (Bayern Monaco), Sané (Bayern Monaco), Werner (Chelsea). La Germania come al solito viene inserita nel gruppo delle favorite. Il ct Low vuole lasciare con un ulteriore successo.

All’Ungheria allenata dal ct italiano Marco Rossi (ex difensore del Brescia) spetta il compito arduo di non fare da squadra materasso.

Fonte foto: FIGC.it

Stefano Rizzo

Comparatore Quote3

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.