Home Editoriali Cinquina tedesca

Cinquina tedesca

0

Brutta sconfitta per gli azzurri che, solo in parte, rovinano il buon percoso fin qui in Nations League

Quando si riparte da zero o quasi nel percorso di crescita sono previsti alti e bassi, purtroppo il momento difficile per gli azzurri è arrivato nella quarta partita contro la Germania. Troppi però gli errori sia individuali che collettivi per il gruppo allenato dal ct Roberto Mancini e il risultato pesante ne è la conseguenza. Il 5-2 con il quale i tedeschi si sono imposti sugli azzurri a Mönchengladbach deve far riflettere la Nazionale italiana. In queste 4 partite disputate nella Nations League il ct Mancini ha puntato sui giocatori che hanno avuto nel complesso poco spazio in azzurro e sui debuttanti. Nelle prime tre partite l’entusiasmo degli azzurri scesi in campo ha fatto la differenza, i risultati sono arrivati e si è visto anche il bel gioco in diversi momenti. Ieri invece si è spenta la luce. Kimmich, Gundogan su rigore, Muller e Werner, doppietta, le reti messe a segno dalla Germania, Gnonto (con questa rete diventa il più giovane marcatore azzurro) e Bastoni hanno fissato il risultato sul 5-2.

La Nations League, oltre ad aprire un nuovo ciclo per gli azzurri, può rappresentare una piccola rivincita dopo la mancata qualificazione al Mondiale. Vincere il girone significa accedere alle semifinali, perciò nelle ultime due gare di settembre contro l’Inghilterra e l’Ungheria l’Italia dovrà farsi trovare pronta. La classifica è corta, la sorprendente Ungheria del ct Marco Rossi dopo il clamoroso 0-4 inflito agli inglesi guida il gruppo con 7 punti, poi Germania 6, Italia 5 e Inghilterra 2 la quale rischia di retrocedere nella Lega B. Ricordiamo che l’Ungheria del ct Marco Rossi nella prima edizione della Nations League era presente nella Lega C, ora siamo giunti alla terza edizione e i magiari guidano il gruppo in Lega A.

Questo torneo è ben strutturato perchè sostituisce le amichevoli e inoltre si affrontano squadre più o meno dello stesso livello. Poi la Nazionale che vince mette in bacheca anche la coppa.

L’obiettivo del Mancio sarà quello poi di amalgamare alcuni giocatori che hanno vinto l’Europeo con i migliori di questo nuovo ciclo per creare il gruppo che vorrà qualificarsi al prossimo europeo. Forza Azzurri!

Fonte foto: SportMediaset.Mediaset.it

Stefano Rizzo

Articolo precedenteSi è spento Giuseppe Brizi
Prossimo articoloUn mister fuori dagli schemi
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.