Home Interviste in Esclusiva Tonino Tempestilli: “Mou gestirà bene una piazza come Roma”

Tonino Tempestilli: “Mou gestirà bene una piazza come Roma”

0

L’ex terzino giallorosso ammira molto i centrocampisti Mkhitaryan e Darboe

Passionedelcalcio ha intercettato Antonio Tempestilli, soprannominato ‘er Cicoria’ perché in campo era ovunque. Tempestilli è stato un difensore della Roma a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 e in seguito ha ricoperto anche il ruolo di team manager nella società giallorossa per diversi anni.

Un grande allenatore lascia la A, Antonio Conte, mentre un mister top straniero dopo diversi anni torna nella massima serie, Mou. Come giudica il lavoro di mister Conte sulla panchina dell’Inter?

E’ stato svolto un lavoro straordinario. Conte è una garanzia a livello di risultati. Ha un carattere scomodo perché è diretto, alle domande risponde in maniera secca ma ha la mentalità vincente. E’ determinato nel raggiungere gli obiettivi.

Come accoglie invece l’arrivo di Mourinho nella Roma?

Sarà una grande risorsa per la Roma. La notizia del suo arrivo nella Capitale è stata riportata da tutti i giornali del mondo. Una piazza come Roma è idonea per Mou perché c’è tanta pressione e il tecnico portoghese gestisce bene queste situazioni. Ovviamente per fare bene Mourinho avrà bisogno di giocatori all’altezza.

I giovani che le sono piaciuti di più?

L’attaccante Raspadori del Sassuolo su tutti. Poi il centrocampista gambiano della Roma Darboe, nel finale di stagione ha sorpreso molti addetti ai lavori e non solo. E’ giovanissimo ed ha tante qualità.

Invece tra gli ‘anziani’ ovvero dai 30 anni in su chi ha fatto meglio?

Il giallorosso Mkhitaryan ha disputato un ottimo campionato. Lukaku va verso i 30 anni ed è stato il giocatore più decisivo, con i suoi gol ha trascinato l’Inter in vetta.

Il periodo suo migliore come giocatore della Roma?

Dal debutto fino all’ultima partita. Ho dato tutto in campo, ho vissuto momento belli e brutti. L’amarezza più grande l’ho provata senza dubbio nella finale persa contro l’Inter in Coppa Uefa nel ’91.

Da dirigente giallorosso invece?

Lo scudetto del 2001.

A proposito di dirigenti, cosa si aspetta dal mercato della Roma?

Ci saranno delle valutazioni economiche legate al periodo di crisi che stiamo vivendo, ma sono convinto che la società farà di tutto per mettere a disposizione a Mourinho un parco giocatori di primo livello.

Fonti foto: Wikipedia.org; AlmanaccoGiallorosso.it

Stefano Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.