Home Interviste in Esclusiva Fulvio Collovati: “Fallimento Juventus? Al momento sì. Napoli macchina perfetta. Kvaratskhelia come...

Fulvio Collovati: “Fallimento Juventus? Al momento sì. Napoli macchina perfetta. Kvaratskhelia come le ali del passato! Chi vince il Mondiale…”

0
Collovati
Fonte foto: Next quotidiano

Collovati, ex grande giocatore di Milan, Inter e Roma tra le tante e campione del Mondo 1982, ha parlato in esclusiva su Passione del Calcio.it. Tra i temi toccati la crisi della Juventus in Champions League, il grande Napoli. Poi una considerazione sulla imminente rassegna iridata

Signor Collovati, partiamo dalla Juventus già eliminata dalla Champions. Si può parlare già di fallimento della stagione?

Parlare già di fallimento totale no, probabilmente sì in questo momento. La squadra è uscita dalla Champions League ai gironi e si trova sesta in campionato. Sicuramente non sta andando bene e si può parlare per adesso di stagione non all’altezza. Prima però di pronunciare il termine fallimento completo aspettiamo come finirà la stagione.

I giovani stanno tenendo la baracca, come mai signor Collovati? Hanno più personalità dei grandi che sentono più pressione?

Eh sì al momento questi giovani che sono stati lanciati stanno aiutando la squadra. Hanno voglia, entusiasmo. Probabilmente rispetto a gente più matura, sono dotati di una mente più libera e spensierata che gli permette di giocare con disinvoltura. Ecco, sentono probabilmente meno il peso.

Al momento tra Inter, Napoli e Fiorentina abbiamo tre squadre già qualificate ai turni successivi. Milan, Roma e Lazio secondo lei ce la potranno fare a emularle?

Siamo messi bene, a parte la Juventus tutte hanno possibilità di qualificarsi. In Champions League rischia solo il Milan che giocherà mercoledì col Salisburgo. Ovviamente non c’è nessuna partita facile in Europa ma credo che i rossoneri possano passare il turno. Hanno anche due risultati su tre.

Mondiale 2022: domanda secca a Collovati, chi lo vincerà?

Dico che potrebbe essere l’anno dell’Argentina! O comunque di una squadra sudamericana, tipo anche il Brasile.

Sarà l’anno del terzo scudetto del Napoli?

Il Napoli è una macchina perfetta, gioca benissimo. Ha un’ottima organizzazione di gioco e dei reparti solidissimi. In difesa è quasi impenetrabile, a centrocampo sono bravi e in attacco ci sono diversi uomini pericolosi. Potrebbe essere l’anno buono.

Kvaratskhelia a chi somiglia? Non mi piace fare paragoni, lo rivedo un po’ però a quelle vecchie ali del passato. Quelle a cui piace prendere palla e puntare l’uomo.

Dico un nome, Bruno Conti?

Sì somiglia, ripeto, a quelle ali vecchio stampo tipo Conti o Causio, gente che sapeva puntare l’uomo e saltarlo.

Sandro Caramazza

Articolo precedenteInter, Lukaku si ferma di nuovo
Prossimo articoloPazienza finita a Cosenza, esonerato Davide Dionigi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.