Home Curiosità Una sera a Casa Azzurri

Una sera a Casa Azzurri

   Tempo di lettura 2 minuti

Il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia aveva inaugurato poco prima dell’inizio di Euro 2020, 9 giugno 2021, in compagnia del Presidente FIGC Gabriele Gravina e del Sindaco della Capitale Virginia Raggi, il corner dedicato al Ministero del Turismo, negli spazi del deposito dismesso dell’ATAC

Casa Azzurri ospiterà diversi spazi durante il periodo di Euro 2020: sala conferenze, una mostra della Nazionale italiana di calcio, concerti, spettacoli, workshop, un’area food con pub e bar, un ristorante, oltre a vari maxi-schermi.

Ecco il menù della serata di ieri:

Diverse persone hanno mostrato di nuovo tanto interesse per la Nazionale italiana acquistando le maglie azzurre dei propri beniamini. Si respira un’aria euforica ed è giusto così. L’Italia del ct Mancini in questa fase iniziale dell’Europeo ha dimostrato di essere la selezione che gioca meglio, è determinata nel voler recuperare immediatamente il pallone per gestire la manovra, ha fame di risultati. Una squadra che vince e diverte. Vuole battere ogni record. Certo ci vuole prudenza perchè nelle partite secche può succedere di tutto, inoltre alcune altre Nazionali hanno giocatori più esperti a livello internazionale. Il cammino verso la finalissima di Wembley è ancora lungo ma sognare non costa nulla…Forza Azzurri!!!

Erika con tutta la Nazionale azzurra
Il ct Roberto Mancini e Erika
Il ct Roberto Mancini e Stefano
Erika e il capitano Giorgio Chiellini
Erika accanto alla mascotte azzurra- il cucciolo di pastore maremmano-abruzzese
La Coppa Internazionale conquistata dagli azzurri nel 1930 e nel 1935
L’Europeo vinto dagli azzurri nel 1968
Erika con la Coppa del Mondo
Stefano e la Coppa del Mondo conquistata dagli azzurri nel ’34, nel ’38, nel 1982 e nel 2006
Erika accanto agli scarpini di Roberto Baggio utilizzati nel Mondiale del 1990

Siamo tornati a guardare entusiasticamente alla Nazionale grazie a Mancini. E’ una vera squadra che si sacrifica e recupera palloni anche sul 3-0. Ci stanno trasmettendo cosa significa avere una mentalità vincente. A prescindere da come andrà a finire avevamo bisogno di questo: di affidarci nuovamente a un sogno azzurro.

Erika Eramo e Stefano Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.