Home Editoriali Nations League – analisi sulle 4 semifinaliste

Nations League – analisi sulle 4 semifinaliste

   Tempo di lettura 4 minuti

Domani è in programma Italia-Spagna al San Siro di Milano e giovedì nello stadio della Juve di Torino Belgio-Francia. Domenica la finalissima sempre a San Siro

ITALIA: Il portiere Gigio Donnarumma non sta avendo un impatto molto positivo nel PSG considerando che è costretto dal mister Pochettino a spartirsi le presenze con Navas. Il PSG è comunque in testa con 6 punti di più rispetto all’inseguitore Lens e con il tridente da favola, Messi-Mbappè-Neymar ancora molto inceppato. Giovanni Di Lorenzo si presenta gasato dal momento magico che sta vivendo il Napoli, la coppia centrale di difesa Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini è sempre solida, con Francesco Acerbi e Alessandro Bastoni pronti ad ogni evenienza, mentre Emerson dovrebbe continuare a sostituire Spinazzola sulla corsia di sinistra ma occhio a Calabria e Dimarco convocati al posto di Toloi e Pessina. Il trio di centrocampo Barella-Jorginho-Verratti è una garanzia ma anche Lorenzo Pellegrini, fresco di rinnovo con la Roma, sta in grande forma e potrebbe ritagliarsi un ruolo importante. Locatelli e Cristante potrebbero essere inseriti a partita in corso. In avanti l’entusiasmo di Lorenzo Insigne, in testa alla classifica con il Napoli 7 bellezze (7 vittorie su 7 in campionato, solo le milanesi al momento sembrerebbero le rivali per il titolo) speriamo sia contagioso, sicuramente avrà spazio Federico Chiesa sempre più devastante. Immobile e Belotti non ci saranno causa infortuni, ma le loro assenze non peseranno moltissimo se si considera il loro rendimento durante l’Europeo. Berardi, Bernardeschi, Kean e Raspadori si giocheranno un posto da titolare se il ct Roberto Mancini opterà per il modulo collaudato 4-3-3. Rispetto ad Euro 2020 con ci saranno sempre per infortunio neanche Florenzi e Castrovilli.

Insigne

SPAGNA: Il ct delle Furie Rosse Luis Enrique vorrà ‘vendicarsi’ della semifinale persa ai rigori ad Euro 2020 contro gli Azzurri e per farlo continua a non convocare giocatori del Real Madrid, i blancos non stanno passando un bel momento nonostante siano primi in compagnia dell’Atletico Madrid e della Real Sociedad in una Liga molto equilibrata. Diverse le assenze per via di alcuni giocatori fermi ai box quali Morata, Moreno, Dani Olmo, Marcos Llorente, Pedri e Jordi Alba. Il punto di forza resta comunque il collettivo e il possesso palla.

Luis Enrique

BELGIO: Il commissario tecnico Roberto Martinez farà molto affidamento sui tre campioni, uno per reparto, il portiere Courtois, il centrocampista De Bruyne e la punta Lukaku che con il Chelsea è in vetta alla classifica in Premier ma con un solo punto sul Liverpool e 2 su City e United. Pesante per i Diavoli Rossi l’assenza di Mertens per infortunio il quale non ha raccolto neanche un minuto con il Napoli in questa stagione.

Lukaku

FRANCIA: Didier Deschamps, il ct dei Blues, punta per la difesa sui fratelli Hernandez, Theo che gioca nel Milan e Lucas il quale milita con il il Bayern insieme agli altri difensori convocati Pavard e Upamecano. Il Bayern in Bundesliga e in cima alla classifica raggiunto dal Leverkusen dopo il brutto stop casalingo contro l’Eintracht ma resta il super favorito. Varane, Pogba, Benzema e Mabapè naturalmente sono i punti di forza e poi c’è l’incognita Griezmann che con l’Atletico ancora non è riuscito a tornare ai livelli di un tempo ma con la Nazionale invece trova la porta con più facilità.

Mbappè

La prima edizione di questo trofeo è stata vinta dal Portogallo e a breve conosceremo la seconda Nazionale che alzerà al cielo questa coppa. Non resta che aspettare e… FORZA AZZURRI!!!

Fonti foto: Marca.com; NapoliCalcioLive.com; NewSport.al; TimGate.it; CalcioMercato.com

Stefano Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.