Home Curiosità Il Premio Sette Colli festeggia dieci anni di successi

Il Premio Sette Colli festeggia dieci anni di successi

   Tempo di lettura 4 minuti

Grandissima partecipazione di pubblico alla decima edizione dell’ evento ideato e condotto da Fabrizio Pacifici. Un attestato di appartenenza alla città, a prescindere dalla scelta di campo per Roma o Lazio

Giovedì 1 dicembre sul palco dell’Exe di Roma, davanti all’Obelisco all’Eur, si è svolta una manifestazione unica nel suo genere, che da anni è un punto di riferimento per gli appassionati di sport e spettacolo. Ideatore e presentatore del Premio Sette Colli un romanista doc, Fabrizio Pacifici, abile a catturare l’anima romana in tutte le sue sfaccettature. Presenti tifosi di Roma e Lazio, in un clima particolare quale può essere quello che si respira a tre giorni del derby d’andata.

locandina

Sono stati premiati Nicola Caprera e Marco Matteoni. Il primo da molte stagioni conduce con successo la trasmissione “Gli Inascoltati” su Radio Centro Suono Sport: contenitore di varia umanità che dal lunedì al venerdì sera (20-22) vive lo sport a tutto tondo, fuori dagli “schemi” tattici delle formazioni ma dentro ai cuori della gente, scrutando gli orizzonti della città. In più, nel silenzio piacevolmente assordante della solidarietà, Caprera manda avanti da anni una raccolta di cose belle per i bambini che soffrono (giocattoli, vestiti, dolci e tutto ciò che valga un sorriso) per ricordare l’adorata sorella Romina, scomparsa 33 anni fa. La consegna avrà luogo, come sempre, il 22 dicembre al Policlinico Umberto I. Dopo di lui, ecco la barba buona di un costruttore che circonda un volto ricco di umanità: è quello di Marco Matteoli che ha lanciato lo slogan “Adottiamo un anziano”, rivelando così la sua seconda attività: quella di recare sollievo alle persone sole e dimenticate che vivono una vecchiaia difficile.

de-miceli-e-moccia

Giada Di Miceli e Federico Moccia

Spazio a due laziali doc ai quali Fabrizio Pacifici ha voluto consegnare il Premio per meriti sportivi e non solo: il prof. Pino Capua e il regista Federico Moccia. Il primo ha simpaticamente suonato la carica in vista del derby con lo stile dello “sfottò “, da troppo tempo dimenticato insieme con la sana ironia; l’altro ha ricordato come la tv commerciale abbia svuotato l’Olimpico di Roma, peraltro rievocando la sua infanzia fortunata che gli consentiva di vedere negli studi Rai addirittura due partite in contemporanea. Poi, ancora tanta Roma con la premiazione di Roberto Tedeschi, fotografo storico della compagine giallorossa (dal 1968) che ha eletto quale sua foto-cult quella di Pruzzo a Genova che di fatto consegnò lo scudetto. Tra gli altri premiati Gabriele Caccamo, editore di “Porta Portese”, figlio dell’indimenticabile creatore, Rosario Caccamo: a consegnargli la targa è stato Fabrizio Borni, presidente dell’Anpoe, l’Associazione Nazionale di produttori e organizzatori di eventi della quale è vice-presidente Fabrizio Pacifici.

squizzato-e-tovalieri

Laura Squizzato e Sandro Tovalieri

marcellini-squizzato-etc

Le due giornaliste Susanna Marcellini, Laura Squizzato, Fabrizio Pacifici e Sandro Tovalieri

A ricevere il “Premio Sette Colli”, anche l’attore Marcello Magnelli (da quattro decenni portiere titolare della Nazionale Attori di Calcio), gli ex calciatori giallorossi Sandro Tovalieri (che ha presentato il libro “Cobra” di Susanna Marcellini) e Max Tonetto (ambasciatore del Footvolley, accompagnato dal promotore Fredric Salamone e dall’ideatore del Play Night World Alex Bucci) oltre ad Antonio Felici, “voce romanista” e corrispondente di France Footbal, e alle attrici Elisabetta Pellini e Donatella Pompadour.

frederic-salamone-etc

Fredric Salamone, Max Tonetto, Fabrizio Pacifici e Alex Bucci

cuicchi-etc

L’organizzatore Marcello Cuicchi, Alex Bucci, Max Tonetto e Fredric Salamone

Infine, due citazioni: alla calciatrice della Roma Femminile Maria Vukcevic (in procinto di raggiungere la massima serie con la promozione ormai prossima) e all’autore del prologo della manifestazione, Stefano Dragoni, che ha recitato una sua poesia dalle forti tinte giallorosse e annunciato il suo nuovo spettacolo “Francesco forevere” (con la “e”, ha tenuto a precisare, per non confondere Totti col Papa). Tra il pubblico anche la speaker radiofonica Giada Di Miceli, Laura Squizzato (inviata della trasmissione Rai “I fatti vostri”), Adriana Russo, Cosetta Turco, Ennio Drovandi e Alessandro Serra.

Foto: organizzazione “Premio Sette Colli”

Erika Eramo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.