Home Editoriali Cercasi avversarie per il Bayern e il PSG

Cercasi avversarie per il Bayern e il PSG

0

I due club campioni in carica dei rispettivi paesi hanno inziato la stagione a suon di goleade e si candidano prepotentemente a dei trionfi anticipati

Chi potrà fermare il Bayern e il PSG nei loro campionati? E’ una domanda che girerà sicuramente sia in Germania che in Francia. Da questo inizio di stagione francamente la risposta sembra scontata: nessuno!

Il Bayern del tecnico Nagelsmann ha conquistato la Supercoppa di Germania con un roboante 3-5 esterno contro il Lipsia, poi in campionato ha rifilato 6 gol, sempre in trasferta, subendone uno, all’Eintracht Francoforte, campione nella scorsa Europa League, due reti a zero al Wolfsburg e ieri questo pirotecnico 0-7 in casa del Bochum. 9 punti e primo posto solitario. Le avversarie praticamente si devono munire del pallottoliere per tenere il conto dei gol subiti. A segno inoltre vanno diversi giocatori. Manè non sta facendo rimpiangere Lewandowski, 4 reti in 4 partite per l’attaccante senegale. Dopo 10 campionati vinti consecutivamente la fame del Bayern è sempre la stessa. Certo, siamo solo all’inizio e i campionati si vincono con la continuità però la supremazia del Bayern sembra evidente. Teniamo in considerazione che nel Borussia Dortmund non milita più Haaland, un particolare non da poco.

Spostandoci in Francia la situazione è abbastanza simile, nella Ligue 1 il PSG già comanda in solitaria la classifica con 9 punti. C’è stato qualche screzio nel trio Messi-Mbappè-Naymar ma sul campo questo nervosismo si è trasformato in reti. Tante, troppe per le avversarie. Si è partiti con il 4-0 secco con cui i parigini hanno alzato la Supercoppa francese davanti al Nantes, in campionato il PSG ha realizzato due cinquine, contro il Clermont e Montpellier, con quest’ultima ha subìto due reti, e infine il 1-7 perfezionato ieri contro il Lilla del mister Paulo Fonseca. Nella classifica cannonieri i primi tre posti sono di Neymar, quota 5, Mbappè a 4 e Messi 3 (4 gol in 4 partite per l’argentino compresa la Supercoppa francese). Messi quest’anno non eccede solo negli assist come nella passata stagione. Il nuovo allenatore Galtier, colui che nel ’21 aveva vinto il campionato con il Lilla, sembra aver dato un buon equilibrio e in porta ha puntato su Donnarumma. Il Marsiglia è allenato da Tudor, un mister tosto, però il divario con il PSG è enorme.

Per poter essere una stagione perfetta a queste squadre serve vincere in Champions, per questo trionfare nel proprio campionato con largo anticipo potrebbe risultare deleterio, un appagamento eccessivo nel momento determinante della stagione. Certo anche disputare dei campionati molto tirati può far disperdere energie preziose. Ogni situazione è a sè ma vincere aiuta a vincere e questo è sicuro.

Fonte foto: FanPage.it

Stefano Rizzo

Articolo precedenteSoppy all’Atalanta è ufficiale, Malinovskyi sempre più lontano
Prossimo articoloRoma tra Cremonese e sfortuna: Wijnaldum si frattura la tibia
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.