Home Curiosità Asta benefica Campania Biancoceleste: in palio la maglia autografata di Acerbi

Asta benefica Campania Biancoceleste: in palio la maglia autografata di Acerbi

1
Acerbi, Campania Biancoceleste

Per partecipare all’asta sull’account eBay clicca qui

Tra gli obiettivi di Campania Biancoceleste il gruppo di sostenitori della Lazio della regione del sud ovest d’Italia, c’è da sempre quello di aiutare il prossimo.

Ecco quindi la prima asta benefica del 2019. Le ultime iniziative sono state eseguite in favore della Casa di Tonia – Fondazione In Nome della Vita Onlus e di Make a wish Italia onlus nel 2018.

Infatti, è stata messa all’asta la maglia autografata del difensore laziale Francesco Acerbi. Il ricavato andrà donato totalmente alla Fondazione ANT Italia ONLUS. Si tratta della più ampia realtà no profit, in Italia, per l’assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai pazienti oncologici.

Il numero 33 ha aderito alla proposta di Campania Biancoceleste in occasione della trasferta della squadra di mister Simone Inzaghi allo stadio San Paolo di Napoli dello scorso 20 gennaio.

D’altronde un guerriero come lui, con la sua storia, non si tira mai indietro. Un vero campione, in campo e fuori, sempre pronto ad aiutare chi vive situazioni di difficoltà.

I dettagli dell’asta di Campania Biancoceleste

Una volta entrati nell’account eBay di Campania Biancoceleste è possibile leggere le specifiche ed effettuare una donazione.

Al momento la casacca dell’ex giocatore di Sassuolo e Milan è arrivata a quota 301 euro. Si può e si deve fare di più per dare una mano a chi è meno fortunato.

C’è tempo fino al 2 aprile 2019 alle ore 22:59. Una volta chiusa l’asta, la consegna avverrà tra venerdì 5 aprile e lunedì 8 aprile 2019.

Dunque, un altro bel risultato per i due fondatori Giovanna Campagna e Fabio Prezioso, che nel 2009 decisero di dare vita a questa sorprendente realtà.

Un gruppo che nasce per favorire l’aggregazione tra i coloro che pur essendo campani hanno la Lazio nel cuore. Allo stesso tempo però, è bene dare spazio a programmi di solidarietà, perchè il calcio deve essere innanzitutto un mezzo per trasmettere del bene.

Antonio Pilato

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.