Home Interviste in Esclusiva Antonio Di Gennaro: “Morata terza scelta per la Juve”

Antonio Di Gennaro: “Morata terza scelta per la Juve”

0

L’attuale commentatore tecnico delle partite della Nazionale italiana sulla Rai in esclusiva per il nostro portale effettua una panoramica sul campionato ma non solo

Ai microfoni di passionedelcalcio.it per la prima intervista stagionale è intervenuto Antonio Di Gennaro ex centrocampista della Fiorentina e dell’Hellas Verona squadra nella quale si laureò campione d’Italia nel 1985, per lui anche 15 presenze in Nazionale. Ora in Rai è l’attuale commentatore tecnico delle partita degli azzurri.

Vede di buon occhio il ritorno di Morata alla Juve dopo 4 anni?

Dzeko, il quale è una sorta di regista avanzato, era la prima scelta, un giocatore più funzionale al progetto di mister Pirlo, ma l’affare Milik ha arenato il tutto. La trattativa Suarez è stata frenata dalla vicenda dell’esame di italiano. Morata conosce l’ambiente ma nell’economia del gioco corale dialoga meno con i compagni nel palleggio. Può essere più utile nelle azioni verticali. Pirlo ha mostato fin qui idee chiare e serenità ed è comunque rimasto soddisfatto sull’arrivo dello spagnolo.

Vidal è il calciatore che può far alzare l’asticella all’Inter?

Il tecnico Conte lo voleva già dallo scorso anno. E’ una mezz’ala che può anche accompagnare le punte. Sarà utile ma Conte desidera anche Kantè con Nainggolan che può partire.

Il Milan può trovare delle difficoltà stasera nel preliminare di Europa League contro i norvegesi del Bodoe/Glimt?

Sono sempre sfide complicate per via delle condizioni fisiche non ancora ottimali per le nostre, ma il Milan a livello psicologico sta benissimo. Sta dando continuità al lavoro svolto nella scorsa stagione da Pioli e Ibra trasmette carica al gruppo. Serve un difensore.

Chi vede meglio in questa stagione tra le due squadre romane?

La Lazio si è vista sfumare David Silva, per motivi personali del giocatore, peccato perchè avrebbe portato esperienza internazionale. Comunque il gruppo ormai è collaudato, ha una sua identità. La Roma al contrario ha diverse problematiche legate all’adattamento della nuova società e il discorso stadio sarà fondamentale per la crescita.

Osimhen potrà essere la nuova arma vincente per il Napoli?

Gattuso è ripartito dalle certezze ma ha inserito in corsa contro il Parma l’attaccante nigeriano che ha spaccato la partita, ha trasformato gli azzurri e li ha portati alla vittoria. E’ l’uomo che mancava in attacco.

Hellas Verona, Sassuolo o Fiorentina su chi punta come sorpresa del campionato?

Insieme alle big innanzitutto oramai bisogna inserire l’Atalanta, la quale l’annovero tra le prime 4 e anche in Champions potrebbe ripetersi nuovamente ad alti livelli.

Non vorrei che ci sia stato un ridimensionamento del patron della Fiorentina Commisso, perchè dopo un anno di transizione mi sarei aspettato tre colpi grossi, uno per reparto, per puntare all’Europa. Il Presidente è molto concentrato al momento sullo stadio per il salto di qualità. L’Hellas ha effettuato delle plusvalenze significative e deve completare l’organico. Il Sassuolo può fare bene perchè è collaudato.

Alberto Rimedio, telecronista, e Antonio Di Gennaro fanno coppia nelle partite della Nazionale italiana

I pro della Nazionale del ct Roberto Mancini?

E’ un gruppo solido da due anni. Mancini ha puntato sul doppio regista, sui terzini che si inseriscono e sul voler dominare le partite, cambiando la mentalità. C’è grande entusiasmo.

I momenti chiave dello storico scudetto conquistato con il Verona?

Il successo alla prima giornata contro il Napoli di Maradona, è stata una sfida in cui abbiamo aumentato l’autostima, la vittoria a Torino contro i granata per 1-2 perchè aiutati anche un po’ dalla fortuna che aiuta gli audaci, il pirotecnico 3-5 di Udine, sulllo 0-3 per noi si è passati al 3-3 e a livello mentale potevamo crollare e invece abbiamo dimostrato carattere, il mio gol a Torino con la Juve che è valso l’1-1 spezzando l’entusiasmo dei bianconeri e infine la rimonta per 1-3 a Firenze.

Fonti foto: AgoraMagazine.it; DigitalNews.it; Wikipedia

Stefano Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.