Home Interviste in Esclusiva Riccardo Marini, bomber della seconda edizione della Special Eleven Cup

Riccardo Marini, bomber della seconda edizione della Special Eleven Cup

   Tempo di lettura 2 minuti

Stasera si disputerà la partita in memoria di Stefano Borgonovo. Sul campo del San Paolo Ostiense andrà in scena il triangolare Fiorentina-Juventus-Napoli tra le scuole di Roma. Abbiamo rivolto undici domande al giocatore che più si è contraddistinto nel derby Milan-Inter di dicembre

Riccardo dove giochi attualmente e in che ruolo?

Al San Paolo Ostiense come attaccante.

Che scuola frequenti?

Il secondo anno del liceo scientifico sperimentale Stanislao Cannizzaro.

Che squadra tifi? Con quale maglia scenderai in campo stasera?

Sono della Roma. Stasera indosserò il numero 10 partenopeo.

Chi è il tuo idolo calcistico?

Totti perché è un simbolo ed ha segnato la mia infanzia con i suoi gol spettacolari.

Che lavoro vuoi fare da grande?

Il politico, visto che ho una bella parlantina. Inizierei col cambiare il sistema scolastico. L’istruzione merita un discorso serio.

La squadra estera per cui parteggi? Chi credi vincerà l’Europeo?

Tifo Arsenal, perché è simile alla Roma. Olivier Giroud è il mio attaccante preferito. Quest’anno credo vincerà l’Inghilterra, perché ha la rosa più completa. Poi in Nazionale gioca un certo Dele Alli.

L’allenatore che ti ispira maggior simpatia?

Luciano Spalletti, che sta facendo molto bene sulla panchina giallorossa.

Cosa ti è piaciuto di più della scorsa edizione della Special Eleven Cup?

 Abbiamo giocato tra amici, divertendoci in maniera corretta, che è fondamentale direi.

Avevi già partecipato a eventi di questa portata? 

No è stata la prima volta.

Hai qualche ricordo di Stefano Borgonovo, a cui è stata dedicata la gara?

Non so molto di lui, ma ne ho sentito parlare in tv in diverse occasioni.

Se dovessi racchiudere in una frase il tuo concetto del calcio cosa ci diresti?

Divertiti e segna.

Una doppietta Riccardo l’ha già realizzata con la maglia del Milan; chissà se, prendendo spunto da Alli e Giroud, potrà emulare le magie aeree giocando a tutto campo, per poi farsi carico della squadra e risolvere le partite alla Totti, suo mito da sempre.

In bocca al lupo per stasera!

Erika Eramo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.