Home Interviste in Esclusiva Massimo Taibi: “Ci aspetta il derby più importante degli ultimi anni. Per...

Massimo Taibi: “Ci aspetta il derby più importante degli ultimi anni. Per il Mondiale punto su…”

0

Nove anni dopo Michelangelo Rampulla è lui il secondo portiere ad andare in rete in serie A mentre nel 2002 spetterà a Francesco Toldo, coautore con Vieri del gol pareggio in un Inter-Juve. Con l’ex estremo difensore del Milan chiudiamo il cerchio dei tre italiani, di quelli non più in attività, che hanno fatto il miracolo non solo tra i propri pali. Gli abbiamo chiesto del doppio confronto con la Vecchia Signora e della prossima stracittadina. E su Donnarumma e Perin? Ecco cosa ci ha risposto

All’orizzonte ci sono due sfide con la Juve, domani in campionato e in finale di Coppa Italia il 9 maggio. Cosa cambia tra le due?

La partita di domani è più importante vincerla, ai fini della lotta scudetto, per i bianconeri. Per quanto riguarda la finale le partite secche sono sempre impronosticabili perché un episodio può decidere la gara.

Il 4 aprile ci sarà il derby. Cosa si aspetta?

Sarà sentito come sempre a livello di tifoseria. Guardando al risultato l’Inter dovrà vincere per blindare il posto Champions ma anche al Milan spetta rincorrere e non può perdere punti. Diciamo che non c’è stata negli ultimi 4-5 anni una stracittadina così importante per quanto concerne la posta in palio.

Cosa pensa di Gattuso e Donnarumma?

Che Gattuso avesse gli attributi e potesse avere un impatto così buono sulla squadra ce lo aspettavamo. Gigi Donnarumma è, insieme a Mattia Perin, l’erede di Buffon.

Chi preferisce tra il portiere del Milan e quello del Genoa?

Non voglio far torto a nessuno dei due. Sono molto diversi. Gigio è più giovane ed ha maggiori margini di miglioramento.

Il ricordo più bello con la maglia rossonera?

Tanti. Già averla indossata è un ricordo straordinario.

La favorita tra le 8 squadre rimaste in Champions?

Real Madrid e Barcellona sono le più accreditate per la vittoria finale. Ci ha detto male per il sorteggio, ma se una delle due italiane -Juve e Roma- dovesse riuscire a farla franca contro di loro, ha tutte le carte in regola per poter ambire alla vittoria finale, diventando la candidata numero uno.

Chi è il portiere più forte in vista del Mondiale? Neuer potrebbe, se non recupera, mancare all’appello visto che c’è ter Stegen che sta facendo molto bene…saprà, in caso, non farlo rimpiangere?

Avrei detto Neur se non si fosse fatto male, ma se non ci sarà punto su Allison.

Cosa provò quando segnò in Reggina-Udinese il 1 aprile 2001?

Tanta confusione e incredulità. Ero stupito di una cosa così inusuale.

Le principali differenze tra il campionato italiano e quello inglese?

A livello tecnico la Premier League è più libera. Ci sono meno tatticismi, si corre di più. Per quanto riguarda la cultura invece in Inghilterra il calcio è uno sport come tanti, non viene sovraccaricato di eccessivi significati come qui. In Italia condiziona troppo la vita dei tifosi perché la partita è considerata un evento straordinario.

Come vede Mourinho sulla panchina del Manchester United?

Mou sa il fatto suo. E’ semplicemente straordinario e tra i più forti allenatori al mondo.

Fonte foto: GazzaMercato, Wikipedia e Youtube

Erika Eramo

Articolo precedenteAddio ‘Mondo’
Prossimo articoloFabio Galante: “Mondonico era un maestro di calcio. L’Inter deve battere il Verona”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.