Home Interviste in Esclusiva Luca Fusi: “Ho giocato insieme al giocatore più forte di tutti i...

Luca Fusi: “Ho giocato insieme al giocatore più forte di tutti i tempi”

0

L’ex centrocampista: “La Roma sta acquisendo la sicurezza necessaria per lottare per lo Scudetto”

Noi di passionedelcalcio.it abbiamo intercettato telefonicamente Luca Fusi, ex centrocampista della Sampdoria, del Napoli, del Torino e della Juventus. Con il Napoli ha vinto la Coppa Uefa nel 1989 e il campionato nel ’90. Si è laureato campione d’Italia anche con la Juventus nel 1994.

Con questa attuale formula quanto perde di fascino la Coppa Italia?

La partita secca da dentro o fuori ha il suo fascino ed è anche emozionante. Dovrebbe però giocare in casa la squadra peggio classificata nella stagione precedente.

Quale tra la Roma e il Napoli è la rivale più pericolosa per la Juve nella corsa Scudetto?

La Roma. I giallorossi hanno un ottimo organico e stanno ottenendo risultati importanti anche in trasferta. La squadra di Spalletti sta acquisendo la sicurezza necessaria per competere ad alti livelli.

Mi auguro comunque che il Napoli possa tornare presto a vivere quell’emozioni che ho vissuto io dal calciatore quando con la maglia azzurra ho trionfato in Europa e in campionato. Sono felice di aver giocato accanto a Maradona, il giocatore più forte di tutti.

Le ultime tre squadre in classifica quante possibilità hanno di salvarsi?

Non sarà facile ottenere la permanenza nella massima serie per queste tre compagini. Il divario da colmare è notevole.

Quale grande campionato estero le sta piacendo di più?

Mi affascinano tutti. In Germania c’è Ancelotti, nella Premier League Conte sta facendo benissimo con il Chelsea e ha ottime possibilità di tagliare il traguardo per primo. Nella Liga c’è la sfida infinita tra il Real Madrid e il Barcellona. I blancos hanno qualche punto di vantaggio rispetto ai blaugrana, ma gli impegni europei potranno risultare decisivi.

Foto fonte: sportcasertano.it

Stefano Rizzo

 

Articolo precedenteLa befana del poliziotto con Vincent Candela e Pino Wilson
Prossimo articolo9. Il Divin Codino e il pathos della distanza. Baggio è per sempre
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.