Home Interviste in Esclusiva Dino Zoff: “Lazio – Napoli gara da tripla”

Dino Zoff: “Lazio – Napoli gara da tripla”

   Tempo di lettura 2 minuti

L’ex campione del mondo: “La Juve è la squadra più organizzata”

Per un punto sul campionato ho intervistato Dino Zoff, ex portiere e allenatore.

Zoff come portiere ha militato, tra gli anni sessanta e ottanta, nell’Udinese, nel Mantova, nel Napoli e nella Juventus. Da allenatore invece ha diretto la Juve, la Lazio e la Fiorentina.

Zoff da giocatore si è laureato campione del mondo con la Nazionale italiana nel 1982 e campione d’Europa nel 1968. La Nazionale italiana con Zoff C.T. è arrivata in finale nell’Europeo del 2000 perdendo contro la Francia.

Zoff con la Juventus ha vinto 6 campionati nel ruolo di portiere e una Coppa Uefa come allenatore.

 

Quanto è servita la batosta di Firenze alla Juventus?

Non penso che sia servita più di tanto. Il tecnico Conte dice che la sconfitta di Firenze è stata salutare, invece ritengo che i bianconeri abbiano una mentalità vincente che le altre squadre in Italia ancora non hanno. La Juventus è davvero ben organizzata.

 

Per la Roma il pari di Bergamo è più un punto guadagnato o sono due persi ?

La Roma ha disputato un brutto primo tempo, mentre nella ripresa meritava qualcosa di più. Secondo me è un punto guadagnato perché le partite vanno giocate bene per novanta e passa minuti.

 

Fiorentina – Verona sarà una gara spettacolare?

Speriamo. Sono due squadre che giocano bene, soprattutto la Fiorentina. I viola hanno l’occasione di agganciare il quarto posto occupato dall’Inter.

 

Che Lazio – Napoli si aspetta?

Una partita aperta a qualsiasi risultato. Per il Napoli sarà comunque difficile perché la Lazio è una squadra che possiede un grosso potenziale che quest’anno non ha espresso del tutto.

 

In coda quali sono le squadre che reputa più in difficoltà?
Mi sta sorprendendo il Chievo. Corini da quando è tornato sulla panchina gialloblù ha colto due vittorie preziosissime facendo gli stessi punti di mister Sannino con 10 giornate in meno giocate.

Penso che come ormai ogni anno, il mercato di gennaio potrà fare la differenza. In coda molte compagini si equivalgono e chi sarà più bravo a colmare le proprie lacune con la sessione inverale di mercato avrà più possibilità di salvarsi.

 

Stefano Rizzo

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.