Home Editoriali Nel destino dell’Atletico Madrid ci sono … il Barca e il Real

Nel destino dell’Atletico Madrid ci sono … il Barca e il Real

0

Incredibile stagione per i colchoneros

Incredibile davvero la stagione dell’Atletico Madrid guidato dal tecnico Diego Simeone.

L’Atletico rappresenta la speranza per tutte le squadre che non partono in prima fascia a livello di entrate economiche derivate dalle tv. Anzi: l’Atletico riceve un quarto del fatturato che hanno il Real e il Barca. Eppure i colchoneros stanno lì, pronti a giocarsi la Liga e la Champions League. Chi sono le sue avversarie? Il Real Madrid e il Barcellona naturalmente. Le avversarie di sempre ma anche incredibilmente di questo finale di stagione. Nella Liga l’Atletico ha buttato via ben 5 punti nelle ultime due giornate contro il Levante e il Malaga, due compagini di centro classifica. Evidentemente per gli uomini di Simeone la poca abitudine nel vincere è uscita fuori. La stagione per l’Atletico è senza dubbio pazzesca. Ai nastri di partenza nessuno si aspettava che a maggio l’Atletico avrebbe potuto giocarsi l’accoppiata Liga e Champions. La rosa che ha a disposizione Simeone non è stracolma di stelle come lo sono quelle di Real e Barcellona. La grinta e la bravura di Simeone hanno colmato questa differenza rispetto alle due squadre più blasonate di Spagna, ma anche le reti di Diego Costa. Diego Costa non aveva mai segnato così tanto. Tiago e Diego sono due scarti della Juve, con quest’ultimo che comunque parte spesso dalla panchina. E infine c’è l’ex blaugrana Villa. Per il resto nessun nome è altisonante a livello internazionale eppure l’Atletico è pronto a scrivere la storia. Sabato l’Atletico andrà nel Camp Nou a sfidare il Barcellona di Messi avendo due risultati utile su tre. E’ l’ultima giornata della Liga e da quella sfida ne uscirà fuori la vincitrice. Poi il 24 ci sarà la prima finale di Champions League che vedrà opposte due squadre della stessa città: Madrid.

La stagione per i Colchoneros potrà essere trionfante o da incubo…oppure una via di mezzo che comunque vorrebbe dire tanta roba…ancora pochi giorni e vedremo come si comporterà Davide contro i due Golia!

Stefano Rizzo

Articolo precedenteAlberto Cavasin: “Mi dispiace per il Bologna”
Prossimo articoloGigi Cagni: “Il Toro è molto carico”
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.