Home Interviste in Esclusiva Osvaldo Bagnoli: “Nella finale Fiorentina e Napoli partiranno alla pari”

Osvaldo Bagnoli: “Nella finale Fiorentina e Napoli partiranno alla pari”

1

L’ex tecnico: “Che bello questo Verona allenato da Mandorlini”

Per un’analisi sulla Coppa Italia e un punto sul campionato, passionedelcalcio.it ha intercettato telefonicamente, Osvaldo Bagnoli. Bagnoli da giocatore, tra gli anni cinquanta e sessanta, ha indossato le maglie, tra le altre, del Milan, del Verona e dell’Udinese. Con i rossoneri si è laureato campione d’Italia nella stagione 1956/57. Da allenatore ha guidato il Verona, portandolo a vincere lo storico Scudetto del 1885, il Genoa e l’Inter.

 

Cosa le è piaciuto in particolare di queste due semifinali di Coppa Italia?

Entrambe le sfide sono state molto avvincenti. Sia il Napoli che la Fiorentina nel complesso hanno meritato la qualificazione. La superemazia degli azzurri sui giallorossi nel ritorno è stata schiacciante; mentre i viola e i bianconeri si sono equivalsi fino all’ultimo.

Chi partirà favorito tra Fiorentina e Napoli nella finalissima?

Le due squadre partiranno alla pari. Vincerà chi saprà essere più cinico durante i 90 minuti.

Domani la Fiorentina affronterà l’Inter nel ‘big match’ di turno. Un pronostico?

La classifica dice Fiorentina. Quest’anno i viola sono più forti dei nerazzurri. La Fiorentina se avesse potuto contare sulla coppia Gomez – Rossi avrebbe recitato un ruolo di assoluta protagonista. L’Inter invece è una squadra in costruzione e ci vorrà del tempo per rivederla ai vertici.

Domenica chi rischia di più: la Juve contro il Chievo o la Roma contro la Sampdoria?

Sia i bianconeri che i giallorossi giocano in casa e sono molto più forti dei loro rispettivi avversari. La Roma forse rischia qualcosina in più per via degli sforzi profusi per la Coppa Italia e perché la Samp sta passando un buon momento.

Che analogie vede con il ‘suo’ Verona campione d’Italia e il Verona allenato da Mandorlini?

Sono due contesti storici completamente diversi. Noi siamo entrati nella storia grazie allo ‘spogliatoio’ ma anche questo Verona allenato meravigliosamente da Mandorlini sta raggiungendo ottimi risultati. E’ un gruppo coriaceo. Non era facile per una ‘provinciale’ vincere all’epoca, ma lo è ancora più difficile oggi con questa forbice economica enorme tra le tre grandi del nord, Juve, Milan e Inter e le altre. Comunque spero che quanto prima possa rivincere qualche squadra meno ‘potente’ economicamente. Gli ingredienti giusti sono: presidente facoltoso e appassionato, un buon allenatore e uno spirito di gruppo vincente!

Fonte foto: Sport.Sky.it

Stefano Rizzo

Articolo precedenteDaniele Carnasciali: “Pareggio giusto nel derby”
Prossimo articoloDopo la Coppa Italia ci si rituffa in campionato…e se ci fossero i paly-off…
Giornalista e laureato in Scienze della Comunicazione

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.