Home Interviste in Esclusiva Xavier Jacobelli: “Juventus – Roma non sarà decisiva per lo Scudetto”

Xavier Jacobelli: “Juventus – Roma non sarà decisiva per lo Scudetto”

   Tempo di lettura 3 minuti

Il Direttore di Calciomercato.com: “L’Inter ha vinto meritatamente il derby della Madonnina”

Per l’ultimo punto sul campionato per quanto riguarda il 2013, ho contattato il noto giornalista Xavier Jacobelli. Jacobelli ha lavorato per la Gazzetta dello Sport ed è stato Direttore di Tutto Sport e del Corriere dello Sport. Jacobelli ha inoltre diretto il Quotidiano Sportivo e Quotidiano.net (notizie sportive del Quotidiano Nazionale, La Nazione, il Giorno e il Resto del Carlino).

Jacobelli è l’attuale Direttore di Calciomercato.com e della rivista Four Four Two Italia.

 

Come analizza il derby di Milano vinto dall’Inter?

Per l’Inter è stata una vittoria di squadra. Un successo ottenuto con la carica agonistica. Nei primi settanta minuti ha giocato meglio il Milan. I rossoneri nella seconda parte del secondo tempo hanno avuto un crollo atletico spaventoso, facendosi schiacciare a centrocampo dai nerazzurri. Palacio ha realizzato una rete meravigliosa. Per l’Inter c’era anche un rigore netto per via del fallo di Zapata nei confronti di Palacio.

 

Chi arriverà meglio al ‘big match’  del 5 gennaio 2014: i bianconeri o i giallorossi?

Entrambe le squadre sono in gran forma. Ieri ho visto dal vivo la forza della Juve. Pogba è davvero un giocatore eccezionale. La Roma da quando è tornato Totti ha subito avuto più facilità nell’andare in rete. Comunque questo ‘big match’ sarà importante ma non decisivo.

 

Per il terzo posto sarà una lotta a tre fra Napoli, Fiorentina e Inter?

Sicuramente. E’ ancora troppo presto però per fare pronostici. Potrebbero essere determinanti gli impegni di Europa League che avranno il Napoli e la Fiorentina.

 

Quale ritiene che sia la squadra rivelazione di questa prima parte di stagione? E la peggiore?

Le squadre rivelazioni sono l’Hellas Verona e il Torino. La compagine gialloblù è una neo promossa che occupa la sesta posizione, mentre i granata non conquistavano, seppur momentaneamente,  un settimo posto da ben 17 anni,

Complimenti al mister dell’Hellas, Andrea Mandorlini e al tecnico del Toro, Giampiero Ventura.

Il Catania rappresenta la delusione maggiore. Nessuno si sarebbe immaginato a inizio stagione che la squadra siciliana avesse tutte queste difficoltà.

 

Nella Lazio la posizione di mister Petkovic è in bilico. Dove può aver sbagliato l’allenatore biancoceleste?

Le colpe sono attribuibili a tutti ma non si possono esonerare 30 giocatori…La Società non è riuscita a trovare un vice Klose. Lotito e Tare questa estate avevano cercato di portare a Roma  l’attaccante turco Yilmaz, ma non ci sono riusciti. In questi casi a pagare per le colpe di tutti è sempre l’allenatore.

 

Stefano Rizzo

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.