Home News Valencia, patto tra Celades e giocatori per la rinascita

Valencia, patto tra Celades e giocatori per la rinascita

1

I giallorossi ritrovano la vittoria in Liga dopo quasi un mese, andando a conquistare i 3 punti sull’ostico campo dell’Athletic Bilbao. Ai “pipistrelli” basta un goal di Cheryshev per portarsi a casa l’intera posta in palio

Dopo la stagione trionfante dello scorso anno, in cui gli uomini dell’allora tecnico Marcelino hanno vinto la Copa del Rey in finale con il Barça, hanno conquistato il quarto posto in Liga e raggiunto la semifinale di Europa League, si pensava che sarebbe stato l’anno del definitivo salto di qualità. Come un fulmine a ciel sereno è arrivato, invece, l’esonero del mister osannato dal Mestalla dopo appena tre gare disputate e 4 punti all’attivo. Quel 10 settembre è stato un trauma anche per i giocatori che si sono dimostrati fedeli a Marcelino e per protesta hanno disertato la conferenza stampa di Celades alla vigilia del match di Champions con il Chelsea. Per la cronaca gli spagnoli hanno espugnato lo Stamford Bridge per 1 a 0 grazie alla rete di Rodrigo.

In uno dei momenti più delicati della storia del club c’è bisogno di ricompattarsi in fretta in vista dell’impegno casalingo di Champions con l’Ajax. Una vittoria ai danni dei lancieri significherebbe ipotecare la qualificazione con largo anticipo, considerando la successiva doppia sfida con il Lilla che probabilmente deciderà il passaggio del turno nella coppa dalle grandi orecchie.

La situazione in campionato non è compromessa, i 9 punti conquistati in 7 giornate sono un bottino deludente, ma non precludono la conquista del quarto posto per il terzo anno consecutivo. Molto dipenderà dal feeling ritrovato fra l’ex secondo di Lopetegui al Real Madrid e la squadra.

Il ricordo – Era il 20 novembre 2002, secondo fase a gironi della Champions 2002-2003. Al Mestalla il Valencia di Benitez ospita l’Ajax di Koeman. Il match termina 1 a 1 con le reti di Ibrahimovic all’88’ e di Angulo al 92′. Le due compagini si qualificheranno entrambe rispettivamente come prima e seconda del girone. Saranno eliminate nei quarti dall’Inter (il Valencia) e dal Milan (l’Ajax). Quello fu l’anno della finale vinta dai rossoneri ai rigori contro la Juventus.

Foto: Besoccer.com

Marco Fabio Ceccatelli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.