Home News Una super Italia schianta 3-0 una Grecia pessima. Analisi e pagelle

Una super Italia schianta 3-0 una Grecia pessima. Analisi e pagelle

2

Gli azzurri sbrigano la pratica nel primo tempo: le reti di Barella, Insigne e Bonucci assicurano i tre punti e il primato del girone, ma ora, testa alla Bosnia

Formazioni

Grecia (3-5-2): Barkas, Siovas, Manolas, Sokratis; Zeca, Kourbelis (da 45′ Sipis), Fortounis, Stafylidis, Samaris (da 78′ Bakasetas) ; Kolovos (da 45′ Mavrias), Masouras. Allenatore: Anastasiadis

Italia (4-3-3): Sirigu, Florenzi, Bonucci, Chiellini, Emerson (da 67′ De Sciglio); Verratti (da 81′ Pellegrini), Jorginho, Barella; Insigne, Belotti (da 84′ Bernardeschi), Chiesa. Allenatore: Mancini

Ammoniti: Samaris (G); Verratti (I); Masouras (G)

Arbitro: Anthony Taylor (Inghilterra)

I precedenti: Sono 10 i precedenti tra le due squadre,  l’Italia ha ottenuto 5 vittorie, 4 pareggi e una sola sconfitta, arrivata nel marzo 1972 in amichevole.

La storia del match:

9‘: ritmi bassi all’inizio, complice anche il caldo, ma arriva il primo squillo azzurro. Da calcio d’angolo Insigne pesca Chiellini in area che di testa impegna Barkas in una parata molto semplice.

21‘: stacco di Bonucci in zona difensiva, pallone che arriva ad Insigne il quale serve Belotti, alta però la sua conclusione dal vertice sinistro dell’area ellenica.

24‘: GOL, ITALIA IN VANTAGGIO! Belotti sulla sinistra semina il panico in area di rigore, supera Manolas e arrivato sul fondo serve con un cross basso all’altezza del dischetto Barella il quale, a porta quasi vuota, insacca il vantaggio azzurro: 1-0.

CURIOSITA‘: entrambe le formazioni hanno escluso negli 11 titolari i capocannonieri dei rispettivi campionati nazionali: Quagliarella e Koulouris.

30‘: GOL, RADDOPPIO ITALIA! Splendido gol di Insigne che dopo una discesa culminata in area di rigore, da posizione defilata insacca con un destro a giro sotto l’incrocio dei pali. Nulla può Barkas: 2-0.

32‘: GOL, TRIS DELL’ITALIA! Traversone in area di un ottimo Emerson Palmieri, che pennella un cioccolatino tutto da scartare per Bonucci che, anticipando Papastathopoulos con una torsione, scaraventa in porta di testa il pallone del 3-0.

CURIOSITA‘: 7° gol di Bonucci in nazionale, il centrale della Juve aggancia Maldini nella classifica dei difensori più prolifici con la maglia azzurra. Sopra di lui solo Chiellini e Cabrini, rispettivamente con 8 e 9 gol.

42‘: verticalizzazione di Verratti che pesca Barella sul filo del fuorigioco, il talento del Cagliari non riesce a tirare ma serve col tacco Insigne che dal dischetto sbatte contro Barkas.

Finisce un primo tempo a tinte tricolori. Ottima la squadra di Mancini soprattutto nel versante sinistro dove Emerson, Verratti ed Insigne si trovano alla perfezione. Bene anche Belotti, Barella e Chiesa. La Grecia è sembrata spenta e sulle gambe, complici anche il caldo ed il poco entusiasmo del pubblico: accorse infatti solo 24.000 persone, lo Spiros Louis Olympic Stadium ne può contenere 70.000.

55‘: ritmi bassi nei primi 10’ della ripresa, l’Italia gestisce ma non affonda. La Grecia sembra già pensare alla prossima partita contro l’Armenia.

67‘: proteste dei greci per un intervento di Emerson che l’arbitro giudica regolare concedendo solo calcio d’angolo. Sugli sviluppi la Grecia si rende pericolosa per la prima volta con un tiro al volo di Fortounis che impegna Sirigu in una parata plastica.

73‘: Chiesa trova Insigne in profondità, il napoletano a tu per tu con l’estremo difensore greco fallisce il tap-in: calcio d’angolo.

76‘: errore di Jorginho che regala palla a Mavrias, l’azione della Grecia si conclude con un nulla di fatto fortunatamente per gli azzurri.

80‘: Chiesa dopo una bella azione tra Insigne e Belotti spreca il passaggio di quest’ultimo solo davanti al portiere calciando altissimo.

86‘: Chiesa sulla fascia serve un pallone arretrato a Florenzi, che con un destro di prima punta l’incrocio e lo trova, ma Barkas mette il manone all’ultimo e salva in calcio d’angolo.

88‘: Insigne cerca il 4-0 e la doppietta personale con un bel rasoterra all’angolino, Barkas gli nega però la gioia nel finale.

Termina così una bella partita, che sancisce il primo posto in solitaria dell’Italia con 9 punti nel girone. Gli azzurri vincendo martedì contro la Bosnia, in virtù della sconfitta di Dzeko & co nell’ultimo match, metterebbero un piede e mezzo ad Euro 2020.

Dichiarazioni di mister Mancini al termine della gara:

“Contento della gara fatta dai ragazzi, ma non siamo ancora qualificati. Bisogna vincere contro la Bosnia. Mi ha stupito Insigne? No, lo avevo notato quanto fosse in forma durante gli allenamenti. Faccio un in bocca al lupo agli azzurrini dell’under 20 e 21 e alla nazionale femminile per il mondiale”.

Pagelle del match:

Sirigu 6: inoperoso per 80 minuti, sull’unico tiro dei greci si fa però trovare pronto. Con lui sono 568 i minuti di clean-sheet, record condiviso con Buffon

Florenzi 6,5: buona partita del terzino romanista, chiamato poco in causa per via della serata strepitosa del versante sinistro della nazionale.

Bonucci 7: partita semplice per lui che trova anche la gioia del gol con il 3-0.

Chellini 6,5: normale amministrazione per il gigante bianconero, come per il suo compagno di reparto, neanche lui ha avuto particolari grattacapi.

Emerson 7,5: (da 67′ De Sciglio, 6): una furia sulla sinistra, cross, corse e chiusure. Il tutto impreziosito da un assist nel 3-0.

Jorginho 6,5: ottimo primo tempo, qualche errore di troppo nella ripresa. Buona partita tutto sommato del centrocampista del Chelsea.

Verratti 6,5: (da 81′ Pellegrini ,S.V.): stesso discorso per l’ex Pescara, illuminante nel primo tempo, calato di intensità nel secondo. Sostituito a dieci dal termine porta a casa una buona prestazione.

Barella 7: gol e tante occasioni per il gioiello del Cagliari, che mette in campo qualità e aggressività al servizio della squadra. Ottima gara la sua.

Insigne 9: il migliore in campo è lui. Straripante sulla sinistra, tra giocate e assist regala agli occhi del pubblico di Atene un gol stupendo. Meraviglioso.

Belotti 7,5: (da 84′ Bernardeschi, S.V.): assist per l’1-0 e tanti altri sciupati dai compagni, gara di sacrificio per il bomber granata a cui è mancato solo il gol.

Chiesa 8: partita superba del fenomeno viola, che oltre all’assist per il 2-0, imbecca più volte i compagni con passaggi che solo un fenomeno, appunto, riuscirebbe a fare.

Mancini 8: non sbaglia nulla, nonostante i dubbi per l’esclusione di Bernardeschi al posto di Insigne. Sesta partita di fila senza prendere gol e vetta del girone. Avanti così!

Fonte foto: Nazionale Italiana pagina Facebook

Riccardo Cascioli

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.