Home News Una Dea nell’Olimpo

Una Dea nell’Olimpo

0
CONDIVIDI

Per l’Atalanta si chiude un’altra settimana da protagonista, asfaltata la Juventus in Coppa Italia ed espugnata la Sardegna Arena nell’ultima giornata di campionato

Adesso fa paura. Milan, Roma e Lazio sono avvisate, i ragazzi di Gasperini non reciteranno il ruolo di outsider in questo finale di stagione, avendo completato la rincorsa alla zona Europa con l’aggancio alle capitoline a quota 35 punti in seguito alla vittoria di ieri in casa del Cagliari.

Paradossalmente l’aggancio è avvenuto proprio a seguito della non certo miglior prestazione di quest’anno, i nerazzurri hanno sofferto e non poco contro la compagine di Maran, rischiando addirittura di subire il pari, graziati dalla traversa, in pieno recupero, mentre si trovavano addirittura in superiorità numerica; riconosciuto il cinismo dei bergamaschi, va evidenziato che una delle più opache prestazioni dell’anno, che ha anche visto l’ormai inusuale assenza di Zapata dal tabellino dei marcatori, è venuta subito dopo la sontuosa prestazione contro la Juventus per i quarti di Coppa Italia, in cui gli orobici hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo liquidando gli imbattuti bianconeri per 3-0 in un incontro che li ha visti per lunghi tratti annichilire lo strapotere degli 11 di Allegri.

Archiviata la ventiduesima giornata, complici il brutto stop dell’Inter in casa con il Bologna e l’annullarsi a vicenda di Roma e Milan, la Dea si trova clamorosamente in quinta posizione, a 35 punti con Lazio e Roma, distante 5 lunghezze dai nerazzurri milanesi terzi in classifica, liquidati tra l’altro nel match di andata per 4-1; in mezzo il Milan che occupa, a quota 36, l’ultima posizione disponibile per disputare nella prossima stagione la massima competizione continentale, una chimera nel mese di agosto, dopo l’eliminazione dai preliminari di Europa League contro il Copenaghen, un obiettivo da inseguire con i denti oggi che è lì a portata di mano.

Parallelamente al campionato, i ragazzi di Gasperini mai come quest’anno annusano la possibilità di alzare un trofeo: le semifinali di Coppa Italia vedono infatti l’Atalanta frapporsi alla Fiorentina da una parte, dall’altra il Milan alla Lazio, le prime quattro della scorsa serie A sono state quindi estromesse, rendendo questa finale un’occasione irripetibile per qualunque squadra vi approdi, inclusa quindi la Dea, che potrebbe vedere gratificato l’ottimo gioco e l’egregia organizzazione che da 3 anni ormai ammiriamo nel nostro campionato.

(fonte foto: it.eurosport.com)

Simone Pinto

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.