Home News Un gennaio nero, aspettando la Lazio

Un gennaio nero, aspettando la Lazio

0
CONDIVIDI

In quella che sembrava un’annata più che positiva, improvvisamente il Siviglia ha vissuto quello che è stato il peggior gennaio da 10 anni ad oggi, e tra 4 giorni c’è l’andata dei sedicesimi di Europa League con la Lazio

Il primo mese dell’anno è stato sicuramente da dimenticare per gli andalusi, che hanno raccolto i 3 punti solo nel roboante 5-0 nel derby contro il Levante; l’unico altro risulato che ha mosso la classifica era stato l’1-1 con l’Atletico, per il resto solo sconfitte contro Real Madrid, Athletic Bilbao e Celta Vigo. Il mese di febbraio non è iniziato comunque nel migliore dei modi, visto il 2-2 odierno contro l’abbordabile Eibar.

Alla luce di questi risultati, la classifica recita quota 37 punti per i biancorossi, che nel frattempo sono stati scavalcati dal rinato Real Madrid, ancora in zona Champions, ma con le big che ormai hanno creato il vuoto con la quarta piazza, e con il vantaggio sulle inseguitrici, Getafe in testa, ridotto a sole due lunghezze.

In Copa del Rey, dopo la bella vittoria per 2-0 dell’andata, nel frattempo è arrivata anche l’eliminazione con il ritorno al Nou Camp contro il Barcellona, 6-1 il tennistico risultato finale, mentre rimane forte la possibilità di passare il turno di Europa League, nonostante l’avversario non sia dei più abbordabili, la Lazio di Inzaghi. I biancocelesti non stanno vivendo il loro momento migliore in quanto a forma e gioco, striminzite le ultime 2 vittorie in serie A contro le modeste Frosinone ed Empoli, ma bisognerà fare attenzione in quanto i capitolini hanno dimostrato di poter tenere testa anche alla corazzata juventina, uscendo infatti sconfitti per 2-1 dopo avere dominato il match nella sua quasi totalità arrendendosi solo ad un rigore di CR7 nelle battute finali, ed hanno dato una bella prova di forza anche estromettendo l’Inter dalla Coppa Italia.

L’impressione è che potrebbe contare molto, nell’ottica del doppio contronto europeo, la maggior esperienza in campo internazionale degli spagnoli, che per ben 3 volte nelle ultime 5 edizioni hanno sollevato il trofeo, al di là dello spessore della rosa che, facendo il gioco delle figurine, pende comunque a favore degli andalusi.

(fonte foto: marca.com)

Simone Pinto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.