Home News Udinese-Fiorentina botta e risposta, alla Dacia Arena finisce 1-1

Udinese-Fiorentina botta e risposta, alla Dacia Arena finisce 1-1

0
CONDIVIDI
Fonte fantagazzetta.com

Parità tra viola e bianconeri in un match poco esaltante che si risolve nella ripresa con i gol di Larsen e Fernandes, un punto a testa che non serve a molto

La scorpacciata di Coppa Italia è ancora negli occhi dei tifosi della Fiorentina ma quest’oggi bisogna già voltare pagina. L’Udinese che accoglie i ragazzi di Pioli è una squadra assetata di punti vista la posizione traballante in classifica. Nicola lascia fuori Okaka preferendo il tandem De Paul-Pussetto, nei viola ancora panchina per Simeone, il tridente è quello di mercoledì.

La partita comincia è l’equilibrio la fa da padrone. Prova a concedere il primo squillo l’Udinese che all’improvviso al 12′ tira fuori dal cilindro un’azione personale di De Paul. L’argentino, fatto fuori Milenkovic, conclude da pochi metri, la sfera però finisce a lato. I padroni di casa si fanno preferire ma le occasioni latitano. Quasi alla mezz’ora la Fiorentina, è proprio il caso di dirlo, tira fuori la testa: da azione d’angolo incornata di Pezzella che chiama Musso agli straordinari. Pussetto, molto attivo, prova a creare scompiglio in area, il suo tiro non trova la porta. Si va a riposo sullo 0-0.

Inizia la ripresa e Pioli butta nella mischia Simeone al posto di uno spento Mirallas. Dopo dieci minuti, però,  ecco il vantaggio friulano: Pussetto, ripartito in contropiede, prova la conclusione, quest’ultima deviata diventa una ghiotta occasione per Stryger Larsen che in scivolata mette dentro da pochi passi. Si portano avanti dunque i padroni di casa, si aspetta la reazione ospite che non tarda ad arrivare.

Passano dieci minuti ed Edmilson Fernandes esplode una gran conclusione da fuori area che fulmina Musso, ecco il pareggio della Fiorentina, 1-1. Ora sono i viola a prendere in mano le operazioni. Doppia chance per Chiesa: l’esterno, dopo un angolo, prima si fa respingere la conclusione dal portiere e poi tira fuori da buona posizione. Ancora Chiesa, ben imbeccato da Muriel, sfiora il gol di testa quando mancava una manciata di minuti al termine. C’è tempo per una nuova parata di Musso su Ceccherini nel recupero ma il risultato non cambia. Un pareggio che non serve a molto, entrambe le squadre dovranno continuare a lottare, soprattutto i bianconeri se vogliono uscire dalla zona pericolosa.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.