Home News Tutto Molto Bello | Highlights di mercato dalla cintola in giù

Tutto Molto Bello | Highlights di mercato dalla cintola in giù

0

Portieri e difensori, focus sul mercato estivo già entrato dal vivo

Cominciando dagli estremi difensori, con tanti rimpianti per ciò che avrebbe potuto essere: Bartlomiej Dragowski è uno dei tanti “vorrei ma non posso”, una delle occasioni sprecate sia dal calciatore stesso, che dal calcio italiano in generale. Lui vorrebbe l’Espanyol, ma quante squadre (Empoli, per dirne una) potrebbero accaparrarsi un ottimo portiere, di prestazioni e -soprattutto- costanza? O semplicemente, coprire la casella del dodicesimo con un rinforzo di livello?

Il casting alla Lazio è sulla bocca di tutti: Carnesecchi, enfant prodige che ha riportato la Cremonese in serie A dopo oltre 25 anni, ha un’operazione alla spalla che lo terrà fuori fino almeno a novembre: Sarri vuole proseguire, ma il Napoli potrebbe inserirsi in last minute: non è così sicuro il rinnovo di Meret e la società non gli dà le garanzie necessarie, nonostante le parole di Nando Orsi: “tra lui e Ospina,nessuna differenza”.

Ciò che però inevitabilmente stuzzicherà le fantasie di tifosi e addetti ai lavori viene dall’Olanda, eh sì che Andrea Mazzantini, uno che di parate se ne intende, bolla così l’arrivo all’Inter di Andrè Onana: “Un grande punto interrogativo”. Gli fa eco Marco Amelia: “chi viene da campionati come quello olandese, fatica sempre tanto anche se sei una colonna dell’Ajax”. Fari comunque puntati sul sostituto di un’autentica leggenda nerazzurra come Samir Handanovic.

Addirittura si parla di predestinato quando si nomina Federico Brancolini, classe 2001 scuola Modena e poi alla Fiorentina, finito però al Lecce. Ancora deve arrivare il momento per esplodere, ma già fa parlare di sé. Certo, mai come -finalmente- Alessio Cragno che abbandona progetti di basso profilo e si appresta alla grande sfida del Monza, dove troverà Andrea Ranocchia e altri futuri colpi del tandem Berlusconi/Galliani.

Per quanto riguarda la difesa, un quadriennale da 2,8 milioni a stagione può convincere il capitano del Milan, Alessio Romagnoli, a trasferirsi alla Lazio. Assieme a Casale, puntellerebbe eccome la retroguardia biancoceleste. Non che dall’altra sponda del Tevere si stiano cullando sugli allori: la Conference League è solo l’inizio. Piace Evan N’Dicka, 23 anni, centrale dell’Eintracht vincitore di Europa League.

Se il difensore dei tedeschi piace anche al Milan, ecco allora che si allargano le prospettive per i rossoneri: intanto Florenzi ha già firmato per il riscatto dalla Roma, con cifre sui 3 milioni di euro. Fari puntati su Sven Botman, difensore del Lille e dell’Under 21 olandese. Se dovesse sfumare l’affare, anche Thiaw dello Schalke 04 potrebbe rappresentare quel rinforzo di cui aveva bisogno Pioli.

La Juve? Matthijs de Ligt, che non ha mai brillato troppo in bianconero, punta i piedi: è troppo anche per uno come lui, finire il campionato senza più un trofeo da alzare. Il problema vero è la clausola da 120 milioni di euro, esagerata: ma che se portata a un buon 40% in meno, può stuzzicare le fantasie di tutte le big d’Europa, dal Manchester City al Real Madrid.

Concludiamo con Napoli e Atalanta: clima di smobilitazione, quasi a sentire le sirene che annunciano le indagini su Aurelio De Laurentiis nelle trattative per Victor Osimhen. In retroguardia, Ostigard, ex Genoa, affiancherà la linea con Kalidou Koulibaly fortemente indiziato a restare, in assenza di offerte degne del senegalese. Porte girevoli a Bergamo: Demiral verrà riscattato dalla Juve, ma venduto in Inghilterra: tante le offerte dalla Premier League.

Valerio Campagnoli (foto ArcipelagoMilano)

Articolo precedenteSerie A: Ferrieri Caputi sarà il primo arbitro donna nella massima serie
Prossimo articoloPagina 229 | Serie A ’22/’23, si inizierà così

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.