Home News Tra Udinese, futuro e Qatar

Tra Udinese, futuro e Qatar

1

L’As Roma prepara il match di sabato contro i friulani. Nel frattempo si pensa al domani con un occhio agli sceicchi

Il campionato aspetta, la Roma non può più permetterselo. Perchè se lo scorso weekend ha permesso ai giallorossi di rientrare prepotentemente in corsa per il quarto posto, è pur vero che da qui a metà maggio la squadra di Ranieri non può più permettersi passi falsi. A cominciare dal match di sabato pomeriggio contro l’Udinese, imbattuta col ritorno di Igor Tudor in panchina. E in casa romanista si fanno sempre i conti con infortuni e squalifiche. Anche contro i bianconeri sarà piena emergenza difensiva. Squalificato Kolarov e con Santon e Karsdorp out, Ranieri non ha disposizione terzini di ruolo. Sono due le soluzioni: difesa a 3 o una linea con 4 centrali. Al momento la prima ipotesi sembra da escludere. Si va quindi verso una difesa a 4 con Jesus, Manolas, Fazio e Marcano. L’ago della bilancia, in questo senso, potrebbe essere Florenzi. Il 24 soltanto oggi si è allenato con il gruppo, e difficilmente verrà rischiato dal primo minuti contro l’Udinese.

FUTURO – Come da un paio di mesi a questa parte, intanto, Pallotta e soci cercano uomini per costruire la Roma del futuro. E come spesso accade, si dividono le varie correnti all’interno della società. Il presidente sembra affascinato da Campos, attuale ds del Lille. Baldini, invece, preferirebbe una pista italiana, come quella che porta a Petrachi del Toro. Nelle ultime ore, però, sta prendendo quota l’ipotesi di una conferma di Riky Massara, magari affiancato da un consulente esterno come Campos. Soltanto una volta deciso chi siederà dietro alla scrivania, si lavorerà per il tecnico. Come ha riportato Teleradiostereo, ci sarebbe stato un primo approccio informale con Antonio Conte, che però preferirebbe l’Inter.

QATAR – E sempre da parecchi giorni, nonostante le smentite di Pallota, si vocifera di un interesse del QSI (Qatar Sport Investments) sulla Roma. Il fondo, proprietario del PSG, starebbe studiando una soluzione per investire in Italia, in particolare nella Capitale. Il problema è rappresentato dall’Uefa, che sanzionerebbe il fondo per conflitti d’interesse, essendo già proprietario di un club europeo. La cosa certa, in questo momento, è forte l’appeal che la Roma ha nei paesi Arabi. Da quelle parti il club giallorosso è molto seguito, soprattutto sui social network. Lo dimostra il main sponsor della compagnia di bandiera qatariota (Qatar Airways), e l’ultimo viaggio dirigenziale a Doha, che ha rafforzato i rapporti con gli sceicchi. Chissà che non sia la prima mossa per un futuro che parli arabo.

Federico Leoni

fonte foto: Il Romanista

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.