Home News Spezia-Juve 1-4, CR7 entra e decide l’incontro – analisi e pagelle

Spezia-Juve 1-4, CR7 entra e decide l’incontro – analisi e pagelle

1

I bianconeri devono attendere l’ingresso dell’asso portoghese per avere la meglio sullo Spezia

La Juventus si presenta allo stadio Manuzzi di Cesena desiderosa e affamata di punti al cospetto di uno Spezia che fin qui qualche graffio l’ha sferrato in massima serie. Il tecnico Pirlo seguita nel proporre questo 3-5-2 che in fase di non posseso diventa con la difesa a 4. Buffon tra i pali timbra nuovamente una presenza ulteriore nel suo score, la difesa è confermata, gli esterni sono i due ex viola Cuadrado a destra e Chiesa a sinistra, l’ex blaugrana Arthur in regia a centrocampo affiancato da McKennie e Bentancur. In attacco Dybala assiste Morata. Lo Spezia allenato da Italiano replica con il sistema di gioco 4-3-3 con Nzola prima punta al posto dell’infortunato Galabinov.

Si parte con il trend del periodo ovvero con il gol in fuorigioco di Morata con valutazione al Var. Questa volta però la ruota gira e il gol viene convalidato, l’azione si era sviluppata da un filtrante di Danilo per McKennie il quale ha servito un cioccolatino che l’attaccante spagnolo ha depositato in fondo alla rete. La Juve c’è e preme sull’acceleratore e Morata fa il bis ma il gol viene annullato per fuorigioco, tanto per non perdere l’abitudine. Alla mezz’ora però lo Spezia si porta in parità grazie a Pobega che da pochi passi, tiro sporcato, trafigge Buffon. I bianconeri reagiscono e a due minuti dal 45esimo sempre Morata calcia in porta, la sfera supera il portiere Provedel ma Chabot salva sulla linea. Al 56′ Pirlo manda in campo Cristiano Ronaldo e l’attaccante portoghese ringrazia dopo soli tre minuti scartando l’estremo difensore avversario e buttando la palla in rete. Quasi 10 minuti più tardi Provedel viene nuovamente trafitto, questa volta l’autore del gol è Rabiot. Lo Spezia non ci sta e al 72′ ci prova Farias e per poco Demiral non beffa Buffon. Pochi scampoli dopo Chiesa viene steso in area da Bartolomei ed è rigore. CR7 sfoggia il cucchiaio e cala il poker.

Alla Juve torna il sorriso, decisivo ai fini del risultato l’ingresso di CR7, lo Spezia dal canto suo fino all’entrata del portoghese non aveva sfigurato.

Pagelle Juve:

Buffon 6: viene sorpreso sul gol, ma la deviazione è decisiva. Si riscatta sul colpo di testa di Chabot

Danilo 6,5: il più in palla della difesa bianconera
Bonucci 6: tiene bene la posizione e non si fa schiacciare nelle rare volte in cui lo Spezia si è reso pericoloso (32′ s.t. Frabotta s.v.)
Demiral 5,5: un po’ troppo indeciso in qualche frangente

Cuadrado 5,5: quando spinge dà più qualità alla manovra, ma è lui a tenere in gioco Nzola in occasione del pareggio di Pobega

McKennie 6,5: si propone a destra portando dinamismo, un bel motorino (18′ st Ramsey s.v.)

Arthur 6: sbaglia poco in fase di impostazione, ma non va oltre il suo compitino

Bentancur 5,5: ancora spaesato e fuori condizione (18′ s.t. Rabiot 7: si fa trovare pronto e guadagna mezzo voto in più per la rete che porta la sua firma)

Chiesa 6: diversi errori, si riscatta per l’assist vincente per Rabiot e per il rigore che si procura

Dybala 5: Un lontano parente rispetto a quello ammirato in altre annate (11′ s.t. Ronaldo 7,5: decisivo come sempre. Impatto devastante sull’incontro.)
Morata 7,5: questa volta la dea bendata non gli gira le spalle (33′ s.t. Kulusevski s.v.).

All. Pirlo 6,5: tre punti messi in cascina, ma i problemi restano nella fase difensiva e anche in avanti dove delle volte c’è poco cinismo, CR7 escluso. Ecco le parole del tecnico nel post gara: “Abbiamo disputato una buona partita, dovevamo chiuderla nel primo tempo. Staremo al 60% o al 70% della condizione. CR7 ci ha dato una mano“.

Fonte foto: EuroSport.it

Stefano Rizzo

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.