Home News Spareggi Euro 2024: Grecia e Polonia straripanti, passano anche Georgia, Galles Ucraina...

Spareggi Euro 2024: Grecia e Polonia straripanti, passano anche Georgia, Galles Ucraina e Islanda

   Tempo di lettura 3 minuti

I risultati delle semifinali non hanno dato spazio a dubbi, se non per la gara Bosnia-Ucraina che ha visto prevalere gli ospiti per 1-2, in rimonta. Le finali, per decretare le ultime tre squadre che raggiungeranno la fase finale del torneo continentale, saranno disputate martedì 26 marzo

League A: al National Stadium di Varsavia, la Polonia domina in maniera schiacciante la povera Estonia, finisce 5-1 con un possesso palla per i padroni di casa pari al 85%. Va evidenziato che gli Estoni hanno giocato in 10 per oltre un’ora per l’espulsione di Paskotsi al 27′ per somma di ammonizioni. La successione delle reti: 22′ Frankowski (P), 50′ Zielinski (P), 70′ Piotrowski (P), 74′ aut. Mets (P), 77′ Szymanski (P), 78′ Vetkal (E). Al Cardiff City Stadium il Galles liquida la Finlandia con un netto 4-1, le reti: 3′ Brooks (G), 38′ Neco Williams (G), 45′ Pukki (F), 47′ Johnson (G), 87′ James (G). Davvero scarso il rendimento degli ospiti, nonostante un buon possesso palla che è però risultato sterile. Sarà quindi Galles-Polonia la prima finale.

League B: al Bilino Polje Stadium di Zenica l’Ucraina riesce nel colpaccio, nei minuti finali, ai danni della Bosnia Erzegovina per 1-2 con reti al 57′ Matvijenko (aut.) (B), 85′ Yaremchuk (U), 88′ Dovbyk (U). Playoff davvero da incubo per i bosniaci che, nonostante il fattore casalingo, i grandi nomi e l’alto tasso tecnico schierato in campo, per l’ennesima volta, vedono sfumare la possibilità di prendere parte al massimo torneo continentale per nazioni. Sul campo neutro del Ferenc Szusza Stadion di Budapest, si sono affrontate Israele ed Islanda con il risultato di 1-4 con le reti: 31′ rig. Zahavi (ISR), 39′, 83′, 87′ Gudmundsson (ISL), 42′ Traustason (ISL) con Zahavi (ISR) che sbaglia un rigore all’80’ dopo l’espulsione di Revivo (ISR) al 73′. La seconda finale sarà Ucraina-Islanda.

League C: Al Boris Paichadze Dinamo Arena di Tbilisi in Georgia, nonostante l’assenza per squalifica del suo fuoriclasse Kvaratskhelia, la squadra di casa ha battuto il Lussemburgo per 2-0 (41′ e 64′ Zivzivadze), al 58′ espulso Chanot (L). Una partita ostica e fallosa, con ben 10 ammonizioni ed un’espulsione. Curioso l’episodio dell’espulsione di Chanot (Lussemburgo) per un fallo non rilevato dall’arbitro spagnolo Sanchez e nel prosieguo dell’azione il Lussemburgo va in goal, ma Sanchez richiamato dal VAR annulla il goal, espelle Chanot e sulla punizione per poco non arriva il raddoppio della Georgia che però, come visto, arriverà solo pochi minuti dopo. Nell’altro incontro, la Grecia ha vita facile con il Kazakistan che batte con un roboante 5-0 con le reti: 9′ rig. Bakasetas, 15′ Pelkas, 37′ Ioannidis, 40′ Kourbelis, 86′ aut. Tapalov. La terza finale sarà Georgia-Grecia.

Fonte foto: it.uefa.com

Luigi A. Cerbara

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.