Home News SPAL-ti sequestrati, ma gli estensi vanno avanti

SPAL-ti sequestrati, ma gli estensi vanno avanti

0

La GDF ha posto sotto sequestro una parte del “Mazza” per verifiche su presunte irregolarità nei lavori di ampliamento dello stadio

Un avvio di campionato senza il proprio stadio? Questo è il rischio per i supporter della SPAL, sorpresi nei giorni scorsi dalla notizia di un sequestro preventivo che la Guardia di Finanza ha disposto per presunte gravi anomalie nei lavori di ampliamento del “Paolo Mazza” di Ferrara.

Dal canto suo, la società ha cautelativamente sospeso la campagna abbonamenti, per la quale si navigherà a vista nelle prossime settimane.

Per quanto riguarda invece le questioni di campo, si procede spediti: dall’Atalanta è arrivato Marco D’Alessandro, l’uomo voluto fortemente dal D.S. Vagnati per sostituire Manuel Lazzari, dato per sicuro partente in direzione Lazio.

Piace anche una vecchia conoscenza del campionato italiano, Achraf Lazaar, laterale di spinta e buona tecnica già in forza al Benevento e al Palermo.

C’è invece da risolvere un grosso rebus per l’attacco: Petagna è infatti richiesto in Italia e in Europa (si parla di un interessamento del Siviglia di Monchi per il giocatore). Non sono di certo passate inosservate le 16 reti messe a segno nello scorso campionato, oltre al grande lavoro di sacrificio al servizio dei compagni.

Il bomberone triestino fa reparto da solo, non averlo vorrebbe dire cambiare l’assetto tattico della squadra. Una brutta gatta da pelare per Semplici che però è uomo abituato anche a fare le nozze coi fichi secchi. Senza Petagna la società dovrebbe correre ai ripari, tentando magari l’affondo decisivo per Stepinski del Chievo.

A giudizio di molti osservatori, il polacco è capace di fare ben più di quanto visto nel desolante contesto clivense della passata stagione. Potrebbe dunque rappresentare un colpaccio a costi contenuti.

Antonio Soriero

(Fonte dell’immagine: msn.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.