Home News Spal, servono i gol di Antenucci per tornare a sorridere

Spal, servono i gol di Antenucci per tornare a sorridere

0
CONDIVIDI
Antenucci, capitano della Spal

Il capitano non segna da 11 giornate, domenica al Mazza arriva la Fiorentina. Nelle ultime 6 gare interne i ferraresi hanno sempre pareggiato

Mezzo campionato, un’eternità. Questo l’arco di tempo in cui la Spal rimanda l’appuntamento con la vittoria interna in Serie A. Ovvero dal 2-0 all’Atalanta, avversario appena affrontato in trasferta dai ragazzi di Semplici usciti sconfitti da Bergamo per 1-2. L’unico a sorridere è stato Andrea Petagna, che con 3 reti in 2 partite contro la sua ex squadra si è tolto qualche sassolino dagli scarpini. Non tutto è da buttare, i ferraresi infatti hanno disputato un buon primo tempo pressando i nerazzurri e proponendosi con coraggio dalle parti di Berisha. Lo sforzo alla lunga è stato pagato ma ci sono anche i meriti di una Dea che da tempo mette in difficoltà chiunque in campionato e Coppa Italia (chiedere alla Juve per informazioni).

Archiviata la trasferta in terra bergamasca la Spal domenica alle 12.30 ospiterà la Fiorentina, reduce dal pareggio a reti bianche con il Napoli. Pareggio è la parola chiave. Nelle ultime sei gare interne, infatti, Petagna e compagni hanno sempre diviso la posta in palio. Dall’altra parte del ring troveranno una compagine viola che pure ha il pareggio facile lontano dalla Toscana: 7 gare su 12 chiuse in parità, solo il Torino è la squadra che ha collezionato più “X” in trasferta (9). In vista un’altra gara equilibrata? Possibile.

Il +4 dei ferraresi sulle terz’ultime è un bottino discreto che i biancoazzurri, privi contro i viola dello squalificato Missiroli, proveranno a rimpinguare. Con il dovuto rispetto per una compagine che al Franchi vinse per 3-0, archiviando la pratica già nel primo tempo (2-0). Non solo, la striscia positiva in trasferta della Fiorentina è imponente: l’ultimo ko risale ad ottobre, 0-1 all’Olimpico contro la Lazio. Federico Chiesa sta dimostrando di aver acquisito concretezza sotto porta e il neo acquisto Luis Muriel si è integrato bene nei meccanismi della Fiorentina. Anche per questo sarà una bella partita a scacchi tra Semplici e Pioli. La Spal in casa ha segnato soltanto 9 gol, peggio hanno fatto solo Frosinone (6) e Bologna (8). Fondamentale sarebbe il ritorno al gol di capitan Antenucci, a secco da 11 turni e fermo a tre realizzazioni in questo campionato.

L’imperativo è muovere la classifica con una prova convincente, per poi pensare al Sassuolo nel successivo impegno in campionato. La salvezza si costruisce passo dopo passo e a Ferrara, neanche a dirlo, ci credono eccome.

Fonte foto: gazzetta.it

Federico Vitaletti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.