Home News Spal-Napoli 1-1, gli emiliani costringono gli azzurri al pareggio. Analisi e pagelle

Spal-Napoli 1-1, gli emiliani costringono gli azzurri al pareggio. Analisi e pagelle

1

Stecca l’opportunità di avvicinarsi alla vetta la banda di Ancelotti, che sbatte contro il muro dei ragazzi di Semplici

Formazioni

SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Igor (54′ Cionek); Strefezza, Missiroli, Murgia, Kurtic (77′ Valoti), Reca; Paloschi (61′ Floccari), Petagna. All. Sempici

NAPOLI (4-4-2): Ospina; Malcuit (70′ Callejon), Koulibaly, Luperto, Di Lorenzo; Elmas (54′ Fabian Ruiz), Allan, Zielinski, Insigne; Milik, Mertens (72′ Llorente). All. Ancelotti

Arbitro: Federico La Penna

📍 Stadio Paolo Mazza, Ferrara

🎥 Il film della partita

Match che parte subito col piede giusto per gli azzurri, che gestiscono molto bene il possesso palla aspettando pazientemente che si creino spazi nella difesa emiliana. Al 9′ Allan sfrutta uno di quegli spazi offrendo a Milik un pallone dai 20 metri, che il polacco insacca grazie ad un rasoterra preciso all’angolino basso realizzando lo 0-1 per gli ospiti. Ma la Spal non resta di certo a guardare, 7 minuti più tardi Strefezza galoppa sulla fascia destra e arriva sul fondo, il suo cross giunge all’accorrente Kurtic, che con violenza scaglia il pallone alle spalle di Ospina. Dopo poco più di un quarto d’ora di gioco, è già 1-1. Al 39′ l’arbitro La Penna concede un calcio di rigore agli uomini di Ancelotti per presunto fallo di mano di Vicari. Dopo un check al VAR, il direttore di gara torna sui suoi passi e riprende il gioco con una semplice rimessa del portiere spallino. Il primo tempo si conclude con un estenuante giro palla senza però riuscire a trovare uno sbocco alla manovra. Molto solida la linea difensiva della Spal che non lascia quasi respirare i due attaccanti del Napoli Milik e Mertens. Ripresa che inizia sulla falsa riga della prima frazione, con il Napoli sempre padrone del possesso palla ma pochissimi spunti offensivi presenti, sia da una parte che dall’altra. Tra questi, c’è quello del subentrato Fabian Ruiz, che a 25 minuti dal termine sfiora la traversa con un potente tiro a giro dal limite dell’area. La grande occasione della ripresa per il Napoli giunge però al 74′, momento in cui Insigne tocca verso Milik, che con un velo libera ancora Fabian Ruiz, entrato benissimo in campo, che di potenza coglie il palo alla destra di Berisha. Da qui la partita sembra cambiare, con un Napoli che preme sempre di più il pedale dell’acceleratore e con una Spal che fa sempre più fatica ad arginare gli attacchi azzurri. Motivo di affanno per la difesa emiliana sono sicuramente Milik e Fabian Ruiz, i più pericolosi tra gli avversari. Proprio Milik sciupa una delle ultime occasioni del Napoli: lancio di Callejon per Insigne che serve il polacco in area, superlativo intervento di Berisha che salva il risultato. Grande sforzo dei ragazzi di Ancelotti nel trovare il gol, ma sembra quasi che quest’oggi, il pareggio, sia scritto nel destino. Ed infatti, dopo 6 minuti di recupero, l’arbitro decreta con il triplice fischio un 1-1 che al Napoli non serve, anzi. Con la vittoria dell’Atalanta contro l’Udinese, gli azzurri vedono allontanarsi il 3° posto. Occasione persa anche per avvicinarsi a Juve ed Inter, che ieri hanno pareggiato rispettivamente contro Lecce e Parma. La Spal ha disputato una gara di sofferenza, ed ha saputo soffrire. Ottima partita di Valoti che dato solidità e robustezza a tutto il pacchetto arretrato ferrarese. Lì davanti Petagna realizza ottime sponde ma insieme a Paloschi prima e Floccari poi, crea poche occasioni.

🗣️ Dichiarazioni post-gara di Ancelotti:

“È un peccato, dovevamo vincere e abbiamo avuto tante opportunità di farlo, purtroppo loro erano troppo chiusi e noi abbiamo sciupato. Dovremo fare meglio se vogliamo restare in scia delle prime tre, che vanno molto forte”.

Pagelle Napoli

Ospina (6) Non poteva fare molto sul gol, per il resto non viene mai chiamato in causa da pericoli avversari.

Malcuit (6) Non sfigura il tedesco che sulla fascia è attivo, ma non benissimo in fase difensiva, in particolare in occasione del gol, dove è mancata copertura su Kurtic, sia da parte sua che di Koulibaly. Dal 70′ Callejon (5.5) Entra benino ma non riesce ad incidere nell’arrembaggio del Napoli nella ripresa.

Koulibaly (6-) Non una prestazione da Koulibaly, ma non manca la sua presenza in campo nelle rare occasioni della Spal. Fuori posizione in occasione del pareggio di Kurtic.

Luperto (6) Sufficiente la gara del giovane azzurro, che si fa rispettare contro un avversario non semplice come Petagna.

Di Lorenzo (6) Buona partita dell’ex Empoli in fase di spinta, da il 100% ma oggi è stato difficile per tutti trovare degli spazi.

Elmas (5) Partita decisamente sottotono del macedone, poco servito e con poca fantasia quest’oggi. Ancora deve dimostrare il suo potenziale, che indubbiamente c’è. Dal 54′ Fabian Ruiz (6.5) Ottima prestazione dello spagnolo che, nonostante sia subentrato nel secondo tempo, risulta essere il più attivo dei suoi e sicuramente colui che più ha impesierito la difesa della Spal.

Allan (6+) Tutti i palloni del Napoli passano dai suoi piedi, trova anche l’imbucata per il gol di Milik.

Zielinski (5) Non è al centro del gioco dei compagni, il pallone non gli arriva quasi mai e quando entra Fabian Ruiz viene completamente oscurato.

Insigne (6) Qualche buono spunto per lui. Ottimi i suoi velenosissimi filtranti in area che però non hanno trovato la giusta gloria.

Milik (7) Buona prestazione del polacco che oltre al gol è il vero punto di riferimento per i compagni in attacco, sfiora il gol anche nella ripresa ed è sempre il fulcro delle azioni offensive del Napoli. Manca però di incisività: doveva sfruttare meglio le occasioni che gli si sono presentate.

Mertens (5) Tutt’altro giocatore rispetto a quello visto in Champions contro il Salisburgo, troppo statico e non trova mai l’intesa con Milik. Dal 72′ Llorente (S.V.)

Ancelotti (5) Partita troppo importante, era da vincere e non ci è riuscito nonostante gli sforzi. Ora si fa dura, a lui ed ai suoi uomini aspetta una bella rincorsa.

Riccardo Cascioli

Fonte foto skysport

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.