Home News Spal-Lecce 1-3: tris salentino, ferraresi ultimi: l’analisi della partita

Spal-Lecce 1-3: tris salentino, ferraresi ultimi: l’analisi della partita

1

Colpaccio della squadra di Liverani: a segno Mancosu (doppietta su rigore) e Calderoni, momentaneo pari casalingo di Di Francesco. La squadra di Semplici occupa ora l’ultimo posto in classifica con la Sampdoria

FERRARA – Colpo doppio del Lecce: i salentini passano 3-1 al ‘Paolo Mazza’ battendo così la Spal, diretta concorrente per la salvezza. Tris salentino firmato dalla doppietta di Mancosu (entrambi i gol su rigore) e da Calderoni, momentaneo pari dei padroni di casa con Di Francesco.

Semplici sostituisce l’infortunato D’Alessandro (stagione praticamente finita) con Di Francesco in posizione di esterno, in attacco torna quindi Floccari con Petagna. Liverani lancia dal 1′ Babacar, in regia Petriccione al posto di Tachtsidis. In un primo tempo molto godibile il match si sblocca al 10′ quando Babacar si mette in proprio e, con una splendida incursione ricca di velocità e potenza, va a conquistarsi un calcio di rigore. Dal dischetto non sbaglia Mancosu e i giallorossi passano in vantaggio. Lo 0-1 però dura pochissimo: al 17′ Federico Di Francesco aggancia un pallone vagante al limite dell’area, lo controlla e lo indirizza all’angolino con una rasoiata imparabile che fulmina Gabriel.

Pronti-via nella ripresa e il Lecce si riporta in vantaggio con un pizzico di fortuna: al 2′ Calderoni raccoglie un pallone respinto al limite dell’area e lo scaglia verso la porta, trovando la deviazione decisiva di un Cionek che spiazza Berisha. La sfortuna perseguita Semplici: gli infortuni nel giro di tre minuti di Felipe e Di Francesco costringono il tecnico toscano a bruciare due cambi (dentro Igor e Strefezza). La squadra salentina continua a giocare la propria partita con personalità ed è incredibile l’occasione sprecata in campo aperto da Rispoli, che si invola tutto solo contro Berisha ma calcia altissimo. Nessun rimpianto per il terzino, visto che pochi minuti dopo arriva il secondo rigore della serata per gli ospiti, ancora per un fallo di Cionek, in serata nerissima, su Mancosu. Il trequartista dei pugliesi si presenta ancora una volta dal dischetto e batte di nuovo Berisha per l’1-3 che taglia le gambe agli estensi. Per il capitano giallorosso è la quarta rete nelle ultime tre gare.

Commento: periodo nero per la Spal, perseguitata dalla sfortuna per i numerosi infortuni ma costretta a fare mea culpa per le troppe disattenzioni difensive. Un ko pesante contro una diretta avversaria per la salvezza. Fa festa invece Liverani che ottiene la seconda vittoria di fila, se migliorerà il rendimento anche al ‘Via del Mare’ la salvezza potrebbe essere ampiamente alla portata dei salentini.

Fonte foto: repubblica.it

Francesco Carci

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.