Home News Spal-Lazio 2-1, Kurtic nel finale gela i biancocelesti: Analisi e pagelle

Spal-Lazio 2-1, Kurtic nel finale gela i biancocelesti: Analisi e pagelle

1

In vantaggio grazie al rigore di Immobile, la squadra di Inzaghi si fa rimontare nella ripresa: Petagna firma il pari, il centrocampista sloveno decisivo a tempo scaduto. Il ‘Mazza’ si conferma tabù per i capitolini

FERRARA – Colpaccio della Spal al ‘Paolo Mazza’: i ferraresi battono 2-1 la Lazio, che torna così nella Capitale senza punti. Vantaggio biancoceleste al 17′ con il rigore di Immobile, rimonta firmata da Petagna al 63′ e da Kurtic al 92′.

LA CRONACA – Semplici si affida al tandem Petagna-Di Francesco, sulla sinistra Reca preferito a Igor. Inzaghi fa turnover lasciando in panchina Milinkovic e Correa, giocano titolari Parolo e Caicedo. Dopo un palo pieno colpito proprio dall’attaccante ecuadoregno, al 13′ fallo di mano in area di Tomovic su sponda di Parolo: dopo un lungo consulto Var per verificare l’eventuale fuorigioco del centrocampista biancoceleste (che non c’è), l’arbitro Calvarese indica il dischetto. Dagli 11 metri Immobile spiazza Berisha per l’1-0 ospite.

La Lazio potrebbe chiudere il primo tempo sul 2-0 ma Berisha nega il gol a Luis Alberto. Nella ripresa la musica cambia: gli ospiti calano e non chiudono il match, così al 63′ Petagna fulmina Strakosha dagli sviluppi di un corner riaprendo i giochi.

I padroni di casa, ancora a secco di punti in classifica, iniziano a crederci: all’80’, sempre da calcio piazzato, Kurtic manda clamorosamente alto da due passi, ma al 92′ il centrocampista sloveno si fa perdonare indovinando il tiro di destra vincente che manda in delirio il pubblico del ‘Mazza’. Prima vittoria in campionato per la Spal, la Lazio torna a casa con l’amaro in bocca: esattamente come successo nello scorso campionato, arriva una sconfitta nei minuti di recupero.


COMMENTO: Probabilmente alla Lazio stava stretto il pareggio e invece torna nella Capitale senza nemmeno un punto. Partite come queste vanno chiuse prima, altrimenti si vedono gli effetti. Fa festa una Spal che ha avuto il merito di rimanere in partita e soprattutto di continuare a crederci anche dopo il gol del pareggio.

PAGELLA LAZIO:
Strakosha 6: non può nulla su Petagna e Kurtic.
Patric 5: non sembra essere a suoi agio nei 3 difensivi (Vavro 5,5: soffre la fisicità di Petagna).
Acerbi 5,5: poche sbavature, ma nervoso nel finale.
Radu 6: il migliore del reparto.
Lazzari 5,5: accusa un po’ di emozione di fronte al suo ex pubblico.
Parolo 6: vivace nel primo tempo, si vede meno nella ripresa.
Lucas Leiva 5,5: a tratti troppo macchinoso (Milinkovic 5,5: si vede pochissimo).
Luis Alberto 6: sfiora il gol su punizione, anche lui poco bene nel finale.
Lulic 5,5: non sempre preciso sui cross.
Caicedo 5,5: sfortunato sul palo, poi poche occasioni (Correa 5,5: come Milinkovic, non incide).
Immobile 6: freddo dal dischetto, ma poi sparisce.
Inzaghi 5: in una trasferta così insidiosa, paga a caro prezzo le scelte di lasciar fuori Correa e soprattutto Milinkovic-Savic.

INZAGHI: CI SERVA DA LEZIONE
A dir poco deluso il tecnico biancoceleste dopo il ko al Mazza: “E’ una brutta sconfitta. Avevamo fatto un ottimo primo tempo, nel quale siamo riusciti ad andare in vantaggio. Poi, dopo l’intervallo, siamo entrati in campo male e non abbiamo giocato bene. Quando non giochiamo da Lazio il risultato è inevitabile: arriva una sconfitta”. Poi il mea culpa: “Se ambiamo a certe posizione, non possiamo perdere partite simili, ci serva da lezione”.

Fonte foto: eurosport.it

Francesco Carci

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.