Home Curiosità Serie A: Le ‘formazioni tipo’ nella prima parte di stagione

Serie A: Le ‘formazioni tipo’ nella prima parte di stagione

   Tempo di lettura 5 minuti

Panoramica sulle 20 squadre del massimo campionato in attesa dell’ultima giornata del 2013

 

Atalanta:

Modulo: Colantuno ha provato a un certo punto a passare alla difesa a tre ma dopo poche giornate è tornato al più collaudato 4-4-2.

‘Formazione tipo’: Consigli, Raimondi, Scaloni, Stendardo (Yepes), Lucchini, Brivio (Del Grosso), Carmona (Migliaccio), Cigarini, Bonaventura, Denis, Livaja (Moralez).

 

Bologna:

Modulo: Pioli era partito con il sistema 4-2-3-1, poi ne ha cambiati diversi, tra i quali anche la difesa a tre, per poi tornare all’idea iniziale.

‘Formazione tipo’: Curci, Garics, Antonsson (Sorensen), Natali, Morleo, Khrin, Perez (Pazienza), Kone, Diamanti, Laxalt, Bianchi (Cristaldo).

 

Cagliari:

Modulo: Lopez è sempre andato avanti con il collaudatissimo 4-3-1-2

‘Formazione tipo’: Agazzi (Avramov), Perico, Rossettini, Astori, Murru, Nainggolan, Conti, Ekdal (Dessena), Cossu, Sau, Pinilla (Ibarbo).

 

Catania:

Modulo: il sistema di gioco è sempre lo stesso, sia con Maran prima che con De Canio dopo, ma i risultati stentano ad arrivare.

‘Formazione tipo’: Frison (Andujar), Alvarez (Peruzzi), Legrottaglie, Spolli (Groymer), Biraghi, Almiron Tachtsidis, Plazil (Guarente) (Izco), Barrientos, Berghessio (Maxi Lopez), Castro.

 

Chievo:

Modulo: Con Sannino era fisso il modulo 4-4-2, poi la svolta con Corini che è passato al 4-3-3.

‘Formazione tipo’: Puggioni, Frey (Sardo), Dainelli, Cesar, Dramè, Radovanovic, Rigoni, Hetmaj, Sestu (Paloschi), Thereau, Estigarribia.

 

Fiorentina:

Modulo: Montella passa con disinvoltura dal sistema di gioco 3-5-2 al 4-3-3 e in mezzo c’è stato anche il rombo (4-3-1-2), in attesa del rientro di Gomez.

‘Formazione tipo’: Neto, Tomovic, Rodriguez, Savic, Pasqual, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Ambrosini, Cuadrado, G.Rossi, (Joaquin) (Vargas).

 

Genoa:

Modulo: Liverani aveva provato quasi tutti i moduli per non essere esonerato, ma ciò non è servito. Gasperini ha fin da subito adottato il sistema a lui più caro: il 3-4-3.

‘Formazione tipo’:Perin, Antonini, Portanova, Manfredini, Vrsaljko, Matuzalem, Biondini, Marchese, Fetfatzidis, Gilardino, Antonelli (Kucka).

Hellas Verona:

Modulo: Classico 4-3-3 per Mandorlini.

‘Formazione tipo’:Rafael, Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini, Romulo, Jorginho, Hallfredsson, Iturbe, Toni, Martinho (Jankovic) (Gomez).

Inter:

Modulo: Mazzarri ha sempre utilizzato il suo 3-5-2, passando in corsa, in alcune circostanze, alla difesa a quattro per recuperare il risultato.

‘Formazione tipo’: Handanovic, Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus, Jonathan, Taider, Cambiasso, Alvarez, Nagatomo (Zanetti), Guarin, Palacio.

 

Juventus: Conte ha più volte utilizzato la difesa a tre, ma a volte per dare spazio ai ‘quattro tenori’ di centrocampo ha adottato il rombo con Pirlo vertice basso, Vidal e Pogba ai lati e Marchisio vertice alto.

‘Formazione tipo’: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pogba, Pirlo ( Marchisio), Asamoah, Tevez, Llorente (Vucinic).

 

Lazio:

Modulo: Petkovic ne ha cambiati diversi senza mai trovare l’assetto tipo.

‘Formazione tipo’: Marchetti, Konko (Cavanda), Cana, Ciani, Radu, Candreva, Ledesma (Biglia), Hernanes , Ederson (Onazi) (Anderson), Lulic, Klose (Floccari) (Perrea).

 

Livorno:

Modulo: Nicola ha schierato sempre il modulo 3-5-2.

‘Formazione tipo’: Bardi, Coda, Ederson, Ceccherini, Schiattarella, Luci, Duncan, Greco (Biagianti), Mbaye, Paulinho, Emeghara (Siligardi).

 

 

Milan:

Modulo: In questa stagione tribolata Allegri ha provato anche la difesa a tre senza successo però.

‘Formazione tipo’: Abbiati, Abate, Zapata, Mexes (Bonera), De Sciglio (Costant) (Emanuelson), Montolivo, De Jong, Muntari, Poli, Kakà, Balotelli, (Birsa) (Robinho).

 

Napoli:

Modulo: Benitez ha sempre schierato il modulo 4-2-3-1.

‘Formazione tipo’: Reina, Maggio, Fernandez, Albiol, Zuniga (Armero), Beharami, Inler (Dzemaili), Callejon, Hamsik, Inisigne (Pandev), (Mertens), Higuain.

 

Parma:

Modulo: Donadoni passa con scioltezza dal 3-4-3 al 4-3-3.

‘Formazione tipo’: Mirante, Cassani, Lucarelli, Paletta (Felipe), Gargano, Marchionni, Parolo, Biabiany, Cassano, Amauri (Sansone).

 

Roma:

Modulo: 4-3-3 per Garcia con ben altri risultati in difesa rispetto allo stesso modulo adottato da Zeman.

‘Formazione tipo’: De Sanctis, Maicon, Benatia, Castan, Balzaretti (Dodò), Pjanic, De Rossi, Strotmaan, Florenzi, Totti (Borriello) (Ljajic), Gervinho.

 

Sampdoria:

Modulo: Difesa a tre con Delio Rossi, passaggio a quattro con Mihajlovic.

‘Formazione tipo’: Da Costa, De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Costa, Obiang, Palombo, Gabbiadini, Krsticic, Soriano (Pozzi), Eder.

 

Sassuolo:

Modulo: Di Francesco aveva iniziato la stagione con uno spregiudicato 4-3-3 e le cose non andavano per il verso giusto; poi la svolta con il 3-5-2 o 3-4-3.

‘Formazione tipo’: Pegolo, Antei, Bianco, Acerbi, Schelotto (Gazzola), Marrone, Magnanelli,(Kurtic) (Missiroli), Longhi (Ziegler), Floro Flores, Zaza, Berardi.

 

 

 

Torino:

Modulo: Ventura in questa stagione ha cambiato e ha schierato la propria squadra con il modulo con la difesa a tre, anche se in alcune circostanze è tornato alla ‘vecchia’ difesa a quattro.

‘Formazione tipo’: Padelli, Darmian, Glik, Bovo (Moretti), D’Ambrosio(Pasquale), Fernerud, Basha, Vives (Gazzi) (Brighi), El Kaddouri, Cerci, Immobile.

 

 

Udinese:

Modulo: Guidolin a un certo punto della stagione ha utilizzato l’inedito (per lui) 4-2-3-1.

‘Formazione tipo’: Brkic (Levaja), Hertaux, Danio, Domizzi (Naldo), G.Silva, Allan, Lazzari (Pinzi), Basta, Pereyra, Fernandes (Muruel), Di Natale.

 

Stefano Rizzo

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.