Home News Serie A, la Fiorentina cala il tris di vittorie, 1 a 0...

Serie A, la Fiorentina cala il tris di vittorie, 1 a 0 all’Udinese

0

Ai viola basta una sola rete per sbarazzarsi dei bianconeri. L’Europa è davvero alla portata

Terza vittoria di fila per la Fiorentina, che nell’anticipo dell’ora di pranzo, batte l’Udinese per 1 a 0, grazie alla rete di Milenkovic. Successo ottenuto nella ripresa, viola che salgono a 11 punti in classifica, per l’Udinese espulso anche mister Tudor per proteste.

Montella non cambia nulla dopo la grande vittoria di Milano, presenti Badelj, Pulgar e Castrovilli in mezzo, in attacco il solito duo Ribery-Chiesa.

Nei friulani, due cambi rispetto alla sfida di domenica scorsa contro il Bologna, fuori Becao e Fofana, dentro Opoku e il rientrante De Paul.

DIFESE ON FIRE

Tanto equilibrio e poche emozioni al Franchi tra Fiorentina e Udinese, con due squadre molto bloccate, che faticano a rendersi pericolose dalle parti avversarie. Difese decisamente al top sia da una parte che dall’altra, uno dei pochi squilli della prima parte di gioco arriva al minuto 4’ con De Paul, che taglia verso il centro, calciando debolmente verso Dragowski. Il ritmo si alza con il girare delle lancette ma l’intensità fatica a trasformarsi in pericolo. La Viola tiene il pallino del gioco, provando a rendersi insidiosa con le folate di Ribery e gli inserimenti di Castrovilli, che al quarto d’ora trova una buona conclusione deviata in angolo dalla retroguardia bianconera. Al 27’esimo è capitan Pezzella, che su palla inattiva sfiora la rete del vantaggio con un colpo di testa di poco sul fondo. Alla mezz’ora, gli ospiti gelano la Fiorentina: pallone alto per Opoku, che fa da sponda per Nestorovski, il cui tap-in batte Dragowski; il vantaggio dura meno di dieci secondi perché dopo visione al Var, il signor Prontera annulla per chiaro fallo di mano del difensore friulano. L’ultima occasione del match è di marca viola ancora con Castrovilli, che dagli estremi di un corner sfiora il gol, con uno stacco sul primo palo salvato da Nestorowski sulla linea.

L’ACUTO DEL CENTRALE

Ripresa nettamente più bella e intensa con due squadre molto più aperte e intente sin da subito a pungere verso l’area avversaria. La prima palla-gol arriva dopo nove minuti con Chiesa, che sfrutta un clamoroso errore di Troost-Ekong ma la sua conclusione viene respinta da un grandissimo intervento di Musso. I viola aumentano i giri del motore e al minuto 56’ sfiorano ancora la rete del vantaggio con Ribery, che su punizione dal limite conclude fuori di poco sul palo del portiere. I friulani, però, sono ben messi in campo e quando c’è l’occasione di farsi pericolosi non si tirano di certo indietro, e al 58’esimo rispondono con Stryger Larsen, che ricevuto un cross dalla sinistra, colpisce da pochi passi su disturbo ai limiti del regolamento di Dalbert. Il baricentro delle due squadre si alza e al minuto 71’ il match si sblocca: angolo dalla destra di Pulgar e stacco imperioso di Milenkovic a battere Musso (2°gol stagionale del serbo dopo quello al Napoli). La reazione degli ospiti non si fa attendere e un minuto dopo Lasagna rischia di rovinare la festa viola con una conclusione ravvicinata salvata da un grande allungo di Dragowski. Negli ultimi minuti di gara, la Viola gestisce bene il vantaggio, rischiando poco o nulla e, anzi, si avvicina alla rete del 2 a 0 con Dalbert. Il match termina dopo 4 minuti di recupero sul punteggio di 1 a 0.

Fiorentina on fire, dopo un inizio deludente arriva il terzo successo consecutivo. Montella sembra aver trovato la quadra esatta, grazie ad un 3-5-2 molto fisico e tecnico. Se poi hai un Ribery così diventa veramente tutto facile.

Cade subito l’Udinese dopo la boccata d’ossigeno di domenica scorsa. Prestazione sufficiente ma manca la concretezza sotto porta, Tudor ritorna nuovamente a rischio.

Fonte foto: Virgilio Sport

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.