Home News Serie A: il Sassuolo serve il poker, Spezia battuto in casa per...

Serie A: il Sassuolo serve il poker, Spezia battuto in casa per 4-1

0

Dopo un primo tempo equilibrato terminato sull’1-1, i neroverdi si scatenano nella ripresa, a segno tutto il reparto d’attacco

Una partita tutt’altro che noiosa, quella andata in scena tra Spezia e Sassuolo nell’anticipo delle 12:30 della seconda giornata di Serie A. Un primo tempo teso, combattuto, conclusosi in pareggio. Una ripresa in cui invece è emersa la maggiore qualità ed il maggior cinismo sotto porta degli attaccanti emiliani, con gli spezzini che nonostante la sconfitta pesante sono stati nel match per 70 minuti abbondanti. Vediamo nel dettaglio la cronaca dell’incontro.

Nel primo tempo parte forte lo Spezia, che nel giro di qualche minuto va due volte vicino al gol, prima con un cross insidioso di Bartolomei sventato da Toljan, poi con un colpo di testa di Galabinov, che però Consigli blocca con tranquillità. I padroni di casa spingono, ma è il Sassuolo ad andare in vantaggio al 12′, alla prima occasione creata: fa tutto Djuricic, che parte da sinistra, salta Sala con un tunnel e poi con un preciso diagonale buca Zoet. E’ 1-0. Subita la rete, lo Spezia reagisce subito con un tiro di Agudelo, che però finisce fuori di poco. Il Sassuolo allora prende campo, si vede annullare un gol per fuorigioco di Caputo, ma proprio quando sembra in controllo del match ecco che subisce il pareggio dei liguri: al 30′ Matteo Ricci pennella per Galabinov in area che tutto solo non può sbagliare ed insacca di testa. 1 a 1 e prima storica rete dello Spezia in Serie A. Nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo il match prosegue a buona intensità, ma l’unica emozione è la traversa colpita da Locatelli su punizione, proprio al 45′. Per il resto non succede più nulla e dopo ben sei minuti di recupero si va a riposo sul risultato di 1-1.

Nella ripresa il Sassuolo parte con un altro piglio e comincia sin da subito a creare pericoli in serie. Al 52′ Defrel crossa in area al termine di una bella azione corale, la palla colpisce il braccio di un difensore dello Spezia ma l’arbitro non concede il rigore. Quattro minuti dopo ancora neroverdi vicini alla rete, con Defrel che dopo un bello scambio tra Caputo e Berardi conclude a botta sicura, trovando la provvidenziale respinta sulla linea di un difensore spezzino. Poco male, perché dopo l’ora di gioco il Sassuolo va in gol due volte in due minuti: prima con Berardi su rigore (concesso per fallo di Zoet su Caputo), poi con Defrel, bravo ad insaccare al volo un preciso cross dalla destra di Caputo. Nonostante il terribile 1-2 subito, lo Spezia prova a reagire, ma al 73′ Galabinov non riesce a replicare il gol dell’1-1, con il suo colpo di testa che si stampa sulla traversa. E’ il punto di svolta del match, che di fatto si chiude al 76′ quando Caputo dopo due reti annullate riesce a segnare grazie ad un’ottima sponda di testa di Ferrari sugli sviluppi di un calcio d’angolo. In vantaggio 4-1, i neroverdi amministrano la gara portandola senza affanni fino al triplice fischio dell’arbitro. Finisce così: il Sassuolo ottiene la prima vittoria in campionato e si porta a quota 4 punti, debutto amaro invece per lo Spezia, che tra tre giorni sarà di nuovo in campo in trasferta contro l’Udinese per il recupero della prima giornata di Serie A.

Luca Missori

(Fonte immagine: Tuttosport.com)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.