Home News Serie A al botteghino, ecco i capolavori che animano il campionato

Serie A al botteghino, ecco i capolavori che animano il campionato

0
Fonte persemprecalcio.it

I maggiori temi del torneo italiano visti attraverso la cinepresa, in questo momento i “film” principali sarebbero questi

Il calcio a volte ci ricorda romanticamente il mondo cinematografico. Alcune vicende, partite incredibili, coincidenze clamorose sembrano essere scritte da abili sceneggiatori e noi increduli spettatori ci godiamo tutto ciò. Se il mondo della macchina da presa e quello del pallone s’incontrassero verrebbero fuori film incredibili, ecco cos’è venuto fuori tentando di fare questo mashup dopo un weekend calcistico in Italia che ha portato alla luce temi molto interessanti.

Questa è la top five dopo l’ottava giornata di serie A.

“Highlander, l’ultimo immortale” di Zlatan Ibrahimovic : dopo ogni giornata diciamo “finirà la vena di questo giocatore”. La risposta è sempre la stessa, no. A Napoli è andato in scena l’ennesimo capitolo di questo eroe immortale che con un’altra doppietta ha permesso al Diavolo di inforcare la squadra di Gattuso. Milan ancora primo in classifica che ha schivato un proiettile bello grosso e dimostrato che non è solo grande con le piccole e dopo l’Inter ha giustiziato anche il Napoli. Due gol di Ibra, come nel derby, immarcabile, inarrestabile, abile, 39 anni ma solo sulla carta. Pioli, da casa perchè fermato dal covid, se la ride soddisfatto e fa bene.

“Ocean’s Eleven” di Roberto De Zerbi : una banda di scaltri ragazzotti sta mettendo in atto un piano diabolico fatto di meccanismi perfetti e colpi decisivi. L’obiettivo è quello di far saltare il banco dei grandi. Il Sassuolo perfettamente orchestrato dalla sua guida in panchina, il novello Danny Ocean, continua a vincere e a sbancare “casinò” di tutta Italia. Sabato prossimo il mirino è su un target bello grosso, l’Inter. Chissà che non riescano a farla franca anche questa volta.

“Risvegli” di Antonio Conte: che la follia sia nel DNA dell’Inter è cosa ormai risaputa. Ieri con il Torino si è consumato un’altra pagina di questa tendenza che mette a rischio oltre che le coronarie anche la tenuta mentale dei propri tifosi. Molle e svuotata nel primo tempo, l’intervallo non sveglia dal torpore e allora i granata incornano ancora, 0-2. Lì succede qualcosa e come la più schizofrenica delle belve ecco la Beneamata che si sveglia da un dormiveglia cosciente. Mezz’ora di furore e partita ribaltata, 4-2. Più di un anno fa Conte diceva “No more pazza Inter”, c’è da lavorare tirandosi su le maniche, ma non della camicia di forza.

“Lo squalo” di Paulo Fonseca : come suggerito dai colleghi del Club di Sky Sport la Roma del tecnico portoghese non viene nominata ma è sempre lì. Silente e guardinga, continua a fare il suo, a vincere portandosi al terzo posto in classifica. Aspetta solo il momento opportuno per azzannare, gira in tondo attorno alle prede che non si curano dell’undici giallorosso. Fanno tutti male perchè la compagine capitolina gioca e bene. Chissà che qualcuno non dovrà fare attenzione a non essere sbranato dal predatore silenzioso, il mare aperto è un luogo impervio e la Roma per ora ci vive molto bene.

“Il cavaliere oscuro” di Rodrigo de Paul : “non l’eroe che meritavamo ma quello di cui avevamo bisogno”, sembra questo il pensiero dei tifosi dell’Udinese. Rodrigo de Paul continua ad incantare e a trascinare le zebrette fuori dalle paludi della bassa classifica. Ieri altra prestazione sontuosa dell’asso argentino che con un gol stupendo regala tre punti alla sua squadra. Quanto potrà durare, però, la storia d’amore tra il numero dieci e il Friuli? Non si sa, tra poco tempo potrebbe ripassare il treno di una grande squadra e lui potrebbe cedere e farsi ammaliare dalle proposte del Joker di turno. Staremo a vedere, per ora “Gordon” Gotti se lo gode e ne ha ben donde.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.