Home News Scatta l’era Di Francesco a Cagliari, la speranza è che diventi un’isola...

Scatta l’era Di Francesco a Cagliari, la speranza è che diventi un’isola felice

0
calciocasteddu.it

E’ iniziata l’avventura del nuovo mister, una stagione partita con qualche difficoltà che si spera di superare al più presto

Missione “isola felice” cominciata. E’ questo l’obiettivo di Eusebio Di Francesco che ha preso in eredità da Walter Zenga la panchina del Cagliari. Dopo una stagione burrascosa e particolare i rossoblu vogliono iniziare con il piede giusto la nuova. L’ingaggio dell’ex tecnico di Sassuolo e Roma fa capire che il presidente Giulini vuole puntare sempre in alto. Con il mister rivoluzione completata dall’avvicendamento nel ruolo di DS tra Carli e Carta, quest’ultimo già coinvolto nelle giovanili rossoblu. Infine altra novità il cambio di sponsor tecnico e presentazione, dunque, delle nuove maglie griffate Adidas.

Le prime difficoltà per Di Francesco e il suo staff non hanno tardato ad arrivare. Nei giorni precedenti al ritiro di Aritzo sono stati effettuati i tamponi per il Covid-19 e ben quattro giocatori sono risultati positivi. Despodov, Ceppitelli, Bradaric e Cerri sono stati subito posti in isolamento mentre la decisione finale sul ritiro è stata quella di rimanere ad Assemini per iniziare la preparazione. Un intoppo che non ci voleva ma che non ha per nulla abbattuto il nuovo corso cagliaritano.

Sul fronte mercato si attendono novità nell’universo Inter per sbrogliare la matassa Nainggolan. Il centrocampista, intanto, ha ricevuto il benestare dalla società nerazzurra per iniziare gli allenamenti con la compagine sarda. Il belga, che Di Francesco conosce benissimo essendo arrivati insieme in semifinale di Champions League, sarebbe pedina fondamentale dello scacchiere del tecnico pescarese. Sembra fatta per l’arrivo del terzino tedesco Czyborra dall’Atalanta. La formula sarebbe quella del prestito biennale con obbligo di riscatto. Cruciali per il nuovo allenatore sono gli esterni d’attacco e quindi un nome caldo sta diventando quello di Sottil della Fiorentina per il quale la trattativa pare a buon punto. In difesa sembrava fatta per Juan Jesus ma a quanto pare il Cagliari ha allentato la presa.

Per quanto riguarda le cessioni diverse richieste arrivano per Pavoletti, appetito soprattutto dalle neo promosse con il Benevento in prima fila. Interessamento, invece, della Fiorentina per capitan Ceppitelli. Da decifrare anche il futuro dei rientranti dai prestiti, su tutti Bradaric e Despodov. Diversi profili sembrano ormai ai margini del progetto Cagliari, tra questi Birsa, Farias, Pajac e altri che non troveranno grande spazio e che hanno dovuto cercare fortuna altrove già la scorsa stagione.

Glauco Dusso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.