Home News Sassuolo-Verona 3-3, lo spettacolo è servito al Mapei Stadium

Sassuolo-Verona 3-3, lo spettacolo è servito al Mapei Stadium

0

Rogerio riacciuffa i gialloblu al 97′ nell’epilogo di un match incredibile

Gli scaligeri per inseguire il sogno europeo, sempre più lontano dato il ritmo tenuto da Milan. I neroverdi per allontanarsi in maniera definitiva dalla zona calda.

Al Mapei Stadium va in scena la sfida fra due realtà che praticano un calcio frizzante, con risultati decisamente diversi. Mentre il Sassuolo predica un calcio offensivo tralasciando la fase difensiva, il Verona punta proprio su una retroguardia di ferro per conquistare punti in classifica.

Formazioni ufficiali

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Magnani, Peluso, Kyriakopoulos; Bourabia, Locatelli; Berardi, Defrel, Haraslin; Caputo.

All.: De Zerbi.

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Gunter, Kumbulla; Adjapong, Amrabat, Veloso, Lazovic; Pessina, Zaccagni; Stepinski.

All.: Juric.

Il film della partita – Nonostante le premesse i primi 45′ non riservano numerose emozioni. Più propositivi gli emiliani con i loro talenti davanti, più concreti e attenti a non prenderle gli scaligeri. Al 4′ Veloso tenta di sorprendere Consigli, non inquadrando la porta. E’ l’ultima occasione degna di nota creata dai gialloblu, poi salgono in cattedra gli uomini di De Zerbi. Si fa notare Haraslin con un’iniziativa personale al 20′ senza cogliere il bersaglio grosso. Nulla più fino al duplice fischio da parte del direttore di gara.

Nella seconda frazione in campo sembrano esserci due squadre diverse. E’ Lazovic a portare avanti il Verona con un gran tiro che si infila sotto il sette di destra al 52′. Giusto sessanta secondi e i neroverdi ristabiliscono la parità con una conclusione precisa di Boga che sorprende Silvestri. Incredibile come una partita quasi anonima possa trasformarsi in una roulette del gol. Al 57′ Stepinski spedisce in rete di petto il 2 a 1 per i veneti. La reazione del Sassuolo è affidata a Muldur che rischia di infilare l’estremo difensore gialloblu, che si salva con una parata prodigiosa. Seguendo una regola non scritta del calcio, il Verona al 68′ sfrutta al meglio l’occasione di Pessina che spedisce il pallone nell’angolino basso di destra. Partita incredibile al Mapei Stadium, l’uragano Boga al 77′ accorcia le distanze con un gol spettacolare su assist di Caputo. Il Sassuolo avrebbe l’occasione per il clamoroso pareggio con Berardi all’87’, ma Silvestri si supera per l’ennesima volta.Quando i tifosi veronesi erano pronti a gridare al trionfo, Rogerio sigla il pareggio al 97′ strozzando l’esultanza in gola dei supporter gialloblu.

De Zerbi non può continuare ad affidarsi soltanto al talento smodato dei propri fantasisti, ha bisogno di registrare la propria retroguardia per non rischiare che il Sassuolo venga risucchiato nella lotta salvezza. Il Verona complica la sua rincorsa europea, la difesa non è più imperforabile come nel girone d’andata.

FOTO: Calciomercato.com

Marco Fabio Ceccatelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.