Home News Sassuolo, le basi da cui ripartire

Sassuolo, le basi da cui ripartire

1

I neroverdi attendono la probabile ripresa della stagione con alcune certezze sulle quali poggiare il proprio gioco

Domani 28 maggio tramite il vertice tra il Ministro Spadafora e la FIGC, verrà chiarito il futuro di questa annata calcistica in Serie A; la ripartenza, con le dovute precauzioni, è sempre più probabile e da giorni i club hanno ricominciato ad allenarsi collettivamente per farsi trovare pronti ad un eventuale nuovo inizio.

Il Sassuolo di Roberto De Zerbi ripartirebbe da basi solide, come l’undicesimo posto in classifica con 32 punti in venticinque giornate e lo stesso allenatore, capace di dare un gioco divertente ed efficace alla squadra e di far rendere al meglio molti dei suoi calciatori. Il mister ha il contratto in scadenza ma il rinnovo sembra certo, con la durata del contratto che verrà stabilita nell’incontro che dovrebbe andare in scena la prossima settimana.

Parlando più di campo e dunque di calciatori, gli emiliani hanno conquistato i loro punti grazie ad un attacco esplosivo: Boga, Caputo e Berardi hanno siglato in tre 30 gol e 13 assist, sui 41 centri complessivi della squadra, che vanta il sesto attacco della nostra Serie A. I tre come evidenziano i numeri hanno trascinato i compagni, coadiuvati a centrocampo da Manuel Locatelli, autore di un’ottima stagione. La difesa invece ha avuto qualche problema in più, 39 reti al passivo e poca sicurezza generale, dettati anche dal fatto che de Zerbi fonda le fortune del proprio gioco su un calcio molto offensivo.

L’obiettivo alla ripartenza ovviamente sarebbe quello di raggiungere i 40 punti il prima possibile per poi guardare oltre e portare a termine la stagione con più tranquillità.

Fonte foto: it.eurosport.com

Alessandro Fornetti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.