Home News Sassuolo, inizio lento per Dionisi

Sassuolo, inizio lento per Dionisi

0

I neroverdi dopo un buon esordio stanno incontrando le prime difficoltà con i risultati che stentano ad arrivare

Il Sassuolo di Dionisi fatica ad ingranare in questo inizio di stagione e oltre ai pochi punti, quattro in cinque partite, quello che preoccupa è che la squadra sembra avere le polveri bagnate, quando invece proprio la fase offensiva dovrebbe essere il punto di forza degli emiliani. Nelle ultime tre sono arrivate altrettante sconfitte, contro avversari forti come Roma, Torino e Atalanta ma, ad eccezione della partita contro i giallorossi, il Sassuolo non è riuscito a mettere in campo le proprie armi migliori come l’alta intensità ed il pressing molto offensivo.

Vista la caratura delle avversarie incontrate, può essere comprensibile qualche passo falso considerando anche i tanti cambiamenti che ci sono stati tra allenatore e giocatori. Il Sassuolo ha perso oltre a Marlon anche Locatelli e Caputo due dei migliori calciatori della passata stagione, ed ha rischiato anche di perdere Berardi che poi è rimasto ma è stato privato del ruolo di capitano che ricopriva lo scorso anno in assenza di Magnanelli.

Le altre formazioni però stanno già correndo tanto e sarà estremamente difficile per i neroverdi ripetere l’annata scorsa quando arrivarono ad un passo dalla qualificazione alla prima storica Conference League; l’obiettivo minimo deve essere il piazzamento tra le prime dieci per poi capire se ci sono i margini per centrare un traguardo più prestigioso.

Già dalla prossima però torna l’imperativo vittoria per il Sassuolo; un quarto stop di fila non sarebbe ammissibile anche perchè l’avversaria sarà la Salernitana ancora a secco di successi e già ultima da sola. Bisogna tornare a convincere anche sul piano della prestazione che è stata ottima all’esordio contro il Verona e all’Olimpico contro la Roma dove la sfortuna e le imprecisioni sotto porta non hanno permesso ai neroverdi di ottenere punti.

Fonte foto: romagiallorossa.it

Alessandro Fornetti

Articolo precedenteFabrizio Corsi: “Il lavoro è la nostra garanzia”
Prossimo articoloIl sinistro lo tradisce, la Curva no: effetto Dimarco sull’Inter

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.