Home News Sassuolo, fucina di talenti in campo ed in panchina

Sassuolo, fucina di talenti in campo ed in panchina

1

Negli emiliani si sono messi in luce dei profili molto interessanti, tanto è vero che le big italiane e non solo, guardano con attenzione in casa neroverde

Il Sassuolo è tornato protagonista in serie A, con 10 punti nelle ultime 4 partite può dirsi quasi definitivamente salvo. Dal punto di vista matematico potrebbe anche ambire ad una posizione utile per qualificarsi in Europa League, ma ci tacciamo dato che ogni volta che abbiamo paventato delle ambizioni europee per una medio-piccola, l’abbiamo vista precipitare nelle giornate successive.

Comunque si evolverà la stagione dei neroverdi da qui alla fine, di certo c’è che alcuni talenti si sono messi in mostra e sarà difficile trattenerli in Emilia il prossimo anno. La stella più fulgida della squadra di De Zerbi è senza dubbio Jeremie Boga, del quale si sono accorte tutte le big di A, in particolare il Napoli, ma il Chelsea sta pensando di riprendersi il giocatore. Il Sassuolo la scorsa estate ha tirato fuori circa 9 milioni di euro per assicurarsi il talento francese, ma i Blues hanno mantenuto un’opzione per riportarlo a Stamford Bridge. In questi giorni l’a.d. Carnevali avrebbe incontrato Marina Granovskaia, la manager del club inglese, per definire l’accordo.

Sta disputando una stagione sopra le righe anche Ciccio Caputo, il centravanti pugliese non è più un ragazzino (32 anni), ma la qualità dimostrata in campionato giustifica gli interessi ancora caldi di Roma, Napoli e Inter.

Dulcis in fundo il timoniere della luccicante armata neroverde De Zerbi, potrebbe essere la panacea dei mali di molte squadre intenzionate a cambiare guida tecnica nel prossimo futuro. Napoli e Fiorentina sono in pole per il bresciano, ma le ammiratrici crescono giornata dopo giornata.

Domenica alle 15 al Mapei Stadium verrà ospitato il Parma di D’Aversa, altro tecnico emergente che sta portando i ducali a lottare per le zone europee. La guerra fra le due panchine, capitanate da due esponenti della nouvelle vague italiana, vedrà un solo vincitore, pronto a proiettarsi verso le vette raggiunte dal re degli allenatori giovani di grido, quel Simone Inzaghi che ha portato la Lazio a competere per lo scudetto. Altro spunto interessante offirà la sfida fra i giovani più interessanti della serie A, Boga da una parte ed il già juventino Kulusevski dall’altra.

FOTO: Calciomercato.com

Marco Fabio Ceccatelli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.