Home News S.P.A.L., a Bergamo senza paura

S.P.A.L., a Bergamo senza paura

0

Petagna e compagni pronti a una prestazione convincente contro l’Atalanta

La S.P.A.L. è a un punto cruciale della sua stagione.

Gli estensi devono capire “cosa fare da grandi”.  Alla ventitreesima giornata di campionato, gli uomini di Semplici vantano una classifica relativamente tranquilla. Il Bologna di Mihajlovic, terz’ultimo in Serie A, è lontano 5 punti. Non sono pochi, considerando l’affollamento da registrare nel gruppo di coda.

Domenica per la S.P.A.L. c’è il durissimo “esame Atalanta“, da affrontare a Bergamo sperando di portare via almeno un punticino. La Dea di Gasperini è lanciatissima verso posizioni di vertice, con velleità di quarto posto che significherebbe Champions League.

Semplici proverà a impensierire il giocattolo di Gasp con l’ex Petagna al centro dell’attacco. All’andata il bomber triestino segnò una doppietta pesantissima che affossò i suoi ex compagni.

Per il Papu Gomez (e altri) “Andreone” è come un fratello. Memorabili gli sketch su Instagram del numero 10 con il mastodontico centrattacco che, sino alla scorsa stagione, vestiva la casacca orobica.

Oltre a Petagna, ci sarà un altro ex da tenere d’occhio: Alberto Paloschi. Grande talento, notevoli capacità atletiche, ma quest’anno ancora poche segnature a referto. Semplici vuole di più, auspicando anche la buona vena di Kurtic e Missiroli, cervello e polmoni del centrocampo estense.

Sarà una bella partita, tra due squadre che amano giocare a viso aperto e che puntano sempre al massimo della posta in palio. Tornare da Bergamo con un risultato positivo servirebbe a rinfrancare l’ambiente dopo lo scialbo pareggio casalingo contro il Toro.

Il mercato di gennaio ha regalato un portiere come Viviano, segno di quanto significative siano le aspirazioni della società guidata dal presidente Mattioli. Si punta a una tranquilla permanenza in Serie A per pianificare un futuro in costante crescita, rivaleggiando con Bologna, Parma e Sassuolo per la supremazia regionale.

Al momento la classifica dice che Sassuolo e Parma sono due società un passo più avanti rispetto ai ferraresi. I primi si sono concessi il lusso di salutare, in questa finestra di mercato, un certo Kevin-Prince Boateng. I secondi viaggiano sulle ali dell’entusiasmo di Gervinho e Inglese, due top player (chiedere alla Juve per conferme) inattesi, ma non troppo.

La S.P.A.L. è lì in agguato, crede nel proprio avvenire e sicuramente, fino a maggio, darà filo da torcere a tutte le compagini della massima serie.

Antonio Soriero

(Fonte dell’immagine: ecodibergamo.it)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.