Home News Roma-Spal: Padroni di casa vincono in rimonta per 3-1 – Analisi...

Roma-Spal: Padroni di casa vincono in rimonta per 3-1 – Analisi e pagelle

1

Nel primo tempo in cui gli ospiti trovano il vantaggio sullo scadare con un rigore di Petagna, i padroni di casa nel secondo tempo ritrovano la voglia e rovesciano il risultato

Roma – Per la sfida contro la Spal il tecnico portoghese che presiede la panchina giallorossa aveva chiesto maggiore concentrazione ed intensità di gioco.
Mancini fuori per squalifica, Smalling per infortunio si ricorre cosi a Fazio affiancato da Cetin, favorito su Juan Jesus. Rientra Kolarov a sinistra, mentre a destra Florenzi alla seconda di fila da titolare al posto di Spinazzola, Pellegrini confermato ancora sulla trequarti l’attacco affidato all’esperienza di Dzeko nel 4-2-3-1 romanista. Tra i pali Pau Lopez.
Mr. Semplici preferisce un 3-5-2 con la coppia d’attacco Paloschi Petagna supportata da un centrocampo diretto da Missiroli davanti alla difesa di Felipe Vicari e Tomovic.

Primo tempo in cui la squadra di Fonseca si mostra propositiva, al 2′ Zaniolo rende già pericolosa la testa di Dzeko grazie ad un cross che non viene però incornato dall’attaccante bosniaco, male il posizionamento della difesa della Spal su questa azione, ma non nel complesso tutto il primo tempo in cui i ragazzi di mr. Semplici si dimostrano capaci di reggere le incursioni giallorosse e bloccare l’avversario spesso a metà campo.
Ma non mancano tentativi capaci di impensierire Pau Lopez, come quando al 11′ è costretto a mettere in corner un insidioso sinistro di Petagna.
Alla mezzora si arriva con diversi tentativi inconcludenti della Roma, con qualche iniziativa anche troppo leziosa come il tacco di Florenzi in chiusura di una trinagolazione con Zaniolo.
Il primo tempo si chiude con un rigore che viene siglato per gli ospiti da Petagna, un ingenuità di Kolarov alla base di tutto.

Con un altro colpo di tacco si riprende il match, questa volta è Zaniolo che serve Pellegrini, stop di petto e conclusione, Berisha però in due tempi riesce a difendere il vantaggio della sua squadra.
Non per molto però, perchè poco dopo è sempre Pellegrini a prendere iniziativa, il suo lancio dalla sinistra viene deviato da Tomovic e la palla si infila alle spalle del portiere albanese, è 1-1.
Pellegrini e Zaniolo continuano a fraseggire e al 62′ ne nasce anche un’occasione da goal per il 22 giallorosso, il portiere della Spal ancora una volta è ben posizionato.
Due minuti dopo Vicari su Dzeko in area, secondo calcio di rigore di questa partita, questa volta assegnato in favore dei padroni di casa, Perotti di destro porta il risultato sul 2-1.
C’è spazio anche per Mkhitaryan prima della fine dell’incontro, l’armeno subentrato a Perotti al 79′ segna dopo appena quattro minuti appoggiando la palla in rete dopo essere stato servito da Florenzi.

Roma decisamente migliore nel secondo tempo in cui esprime maggiormente il suo potenziale, a differenza di un primo tempo in cui, malgrado guidasse comunque il gioco non riusciva a scardinare le posizioni dei ragazzi di Semplici.
La rimonta nel secondo tempo è il segnale che Fonseca chiedeva nella conferenza pre-gara ai sui dopo due pareggi di fila tra campionato ed Europa League, può essere soddisfatto in particolare del reparto di centrocampo il tecnico dei capitolini, non altrettanto può fare l’allenatore degli ospiti, alla terza sconfitta di fila. Una Spal che si conferma fanalino di coda della classifica.

Le parole del tecnico giallorosso a fine partita: “I giocatori sanno che per me quello che conta di più è il coraggio l’atteggiamento. Poi se non arriva il risultato è meno importante conta che ci proviamo io presso i miei ragazzi perché dobbiamo lottare sempre per vincere”


Pagelle

Pau Lopez 6,5 – Importante il suo intervento iniziale che salva il risultato mandando in corner il tiro di Petagna, sempre attento, incolpevole sul rigore dell’attacante della spal
Florenzi 6 –
Ha ragione chi non lo immagina terzino, ma per il resto merita la seconda da titolare, per lui anche un assist sul finale per il 3-1
Cetin 6 –
Tanta foga e voglia di fare ma non sempre controllata da una visione di gioco chiara
Fazio 5,5 –
Male in impostazione, anche peggio nella fase difensiva lascia troppo spazio all’avversario
Kolarov 5,5 – Peccato per la sua ingenuità su Cionek, da uno come lui non ce lo si aspetta
Veretout 6,5 –
Ci prova anche da solo se non trova il supporto dei compagni
Diawara 6 –
A dispetto di un primo tempo timido, trova più convinzioni nel secondo tempo, tanto da provare anche la conclusione
Zaniolo 6-
Una serata in cui fatica più del solito, anche per merito delle marcature avversarie, malgrado ciò rischia di mandare in goal Dzeko già dai primi minuti
Pellegrini 6,5 –
Forse mezzo voto sarà guadagnato grazie alla posizione infelice di Tomovic, ma il resto è merito suo
Perotti 7 –
Ci prova su ogni palla lasciata dalla Spal e cerca di tenere su la squadra, in qualche momento si spegne, resta comunque sicuro di se dal dischetto (al 69′ Mkhitaryan 6,5)
Dzeko
6,5 – Prestazione sporcata da qualche errore, ma si sacrifica per tutto il campo e guadagna un rigore, manca il goal però per completarlo (al 88 Kalinic s.v)
All. Fonseca 6 – Il risultato è quello che voleva, l’atteggiamento probabilmente comincia soddisfarlo, ma al netto di un avversario ultimo in classifica non può considerarsi un banco di prova finale
Fonte foto:pagineromaniste.com

Roberto Lojudice

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.