Home News Ritorno al futuro, il Lecce ristruttura lo stadio e fa volare i...

Ritorno al futuro, il Lecce ristruttura lo stadio e fa volare i tifosi col mercato

1

Ieri è stato il giorno della conferenza stampa del presidente giallorosso Sticchi Damiani che ha rivelato il progetto per il nuovo Via del Mare aspettando rinforzi dal calciomercato

L’uomo che ha risollevato le sorti di un club impantanato nelle categorie minori ha oggi tenuto una conferenza stampa che lo ha definitivamente portato in pianta stabile nel cuore dei suoi tifosi. Trattasi di Saverio Sticchi Damiani, patron del Lecce neopromosso in Serie A.

L’ambizione è quella di avere uno stadio con copertura integrale entro il 2025 (data dei Giochi del Mediterraneo per cui si è candidata Taranto) ma nel frattempo, da oggi il via ai lavori di ristrutturazione della casa del Lecce, quel Via del Mare che negli ultimi tempi aveva visto chiudere alcuni settori per inagibilità varie. Non solo tali inagibilità verranno risolte, ma l’intero impianto verrà riformulato esteticamente per garantire un appeal degno della massima serie.

Capienza garantita fino a 32mila posti, sostituzione dei seggiolini, restyling della pista d’atletica e nuove panchine interrate stile calcio inglese. Tutto ciò per una spesa complessiva per 4 milioni di euro.

Capitolo mercato, Sticchi Damiani è uscito alla scoperta per quanto riguarda il sogno di questa sessione, quel Burak Yilmaz che tanto bene ha fatto in Turchia e che potrebbe vestire la casacca giallorossa entro il 31 agosto. “A questa squadra servono ancora due centrali difensivi che abbiamo individuato in un elemento giovane ed in uno di esperienza e poi altri due attaccanti, […] tra cui Yilmaz”. Resta da capire se il sogno rimarrà tale o si concretizzerà in un colpo da fuochi d’artificio.

Ecco un estratto della conferenza stampa del presidente, che potrete vedere integralmente alla fine dell’articolo.
“Per iscrivere la squadra in Serie A abbiamo fatto interventi tecnici funzionali, dalla sostituzione dei seggiolini in alcuni settori, alla manutenzione dell’intera tribuna est, della tribuna d’onore, ai lavori sull’illuminazione. La nostra idea è di non fermarci a questi lavori funzionali, perché vogliamo presentarci con uno stadio adeguato alla Serie A che dia una bella immagine del territorio. Ci sono misure di rispetto minimo per i nostri tifosi, come i bagni ad esempio, che non sono criteri fondamentali per iscriversi ma di civile convivenza. C’è anche un tema a noi a cuore che è la parte destinata ai disabili, uno degli interventi più importanti riguarderà quel settore. Sono interventi questi che non ci chiede la Lega ma ce li chiede la nostra coscienza”.

fonte foto: PianetaLecce

Renato De Filippi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.